Serie A, i risultati di sabato 6 febbraio 2021. La Juventus supera 2-0 la Roma. K.o. Napoli e Sassuolo, pari Atalanta.

ROMA – Serie A, i risultati di sabato 6 febbraio 2021. Nel big match di giornata la Juventus supera 2-0 la Roma. Colpo Spezia in casa del Sassuolo, il Napoli perde contro il Genoa. 3-3 tra Atalanta e Torino.

Serie A, i risultati di sabato 6 febbraio

Di seguito i risultati di Serie A di sabato 6 febbraio, sfide valide per la ventunesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Atalanta-Torino 3-2
Sassuolo-Spezia 1-2
Juventus-Roma 2-0
Genoa-Napoli 2-1

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Serie A
Serie A

Serie A, Genoa-Napoli 2-1: decide una doppietta di Pandev

Genoa-Napoli 2-1

Marcatori: 11′ Pandev (G), 27′ Pandev (G), 79′ Politano (N)

Genoa (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Strootman (67′ Behrami), Badelj, Zajc (88′ Rovella), Czyborra; Destro (79′ Portanova), Pandev (67′ Scamacca). All. Ballardini

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas (69′ Rrahmani), Maksimovic, Mario Rui; Elmas, Demme (78′ Bakayoko), Zielinski (54′ Insigne L.); Politano, Petagna (54′ Osimhen), Lozano. All. Gattuso

Arbitro: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo

Note: Ammoniti: Badelj, Czyborra (G); Lozano, Mario Rui (N). Angoli: 1-6 per il Napoli. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

Parte bene il Napoli che crea subito tre chance in 3′. Prima ci prova Zielinski, poi Lozano e, infine Di Lorenzo. In tutte le occasioni è molto attento Mattia Perin. Al primo tiro in porta, però, è il Napoli a sbloccare il match. Incomprensione tra Maksimovic e Demme. Badelj verticalizza per Pandev, l’ex del match non sbaglia davanti ad Ospina. Continua a fare la partita la squadra di Gattuso, Prima Perin e poi la traversa negano la gioia del gol a Lozano e Petagna. Al 26′, però, il Genoa colpisce per la seconda volta. Zajc trova Pandev che trova la sua doppietta personale. Le ultime occasioni nel primo tempo sono ancora per gli azzurri, ma il risultato non cambia.

Nella ripresa subito una chance per Zappacosta, mira imprecisa. Riprende ad attaccare la squadra di Gattuso, ma Politano e Osimhen non inquadrano la porta. Perin viene chiamato in causa da Demme prima della conclusione a lato di Rrahmani. Il legno nega la gioia del gol a Insigne. Al 79′ Politano riapre la partita. L’ex Inter risolve una mischia in area di rigore. Non succede più nulla fino al triplice fischio. Continua il momento magico del ‘Grifone’, una sconfitta che mette a rischio la panchina di Gattuso.

Serie A, Juventus-Roma 2-0: bianconeri al terzo posto

Juventus-Roma 2-0

Marcatori: 12′ Cristiano Ronaldo, 69′ aut. Ibanez

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci (85′ Demiral), Chiellini, Alex Sandro (85′ de Ligt); Chiesa (82′ Bernardeschi), Arthur, Rabiot, McKennie (65′ Cuadrado); Morata (65′ Kulusevski), Cristiano Ronaldo. All. Pirlo

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Ibanez, Kumbulla; Karsdorp (76′ Bruno Peres), Cristante (63′ Carles Perez), Veretout, Spinazzola; Mkhitaryan, Villar (62′ Diawara); Borja Majoral (62′ Dzeko). All. Fonseca

Arbitro: Sig. Daniele Orsato di Schio

Note: Ammoniti: Arthur, Cristiano Ronaldo (J); Mancini, Kumbulla (R). Angoli: 2-9 per la Roma. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

Parte bene la Roma anche se Szczesny non corre particolari pericoli. Al primo tiro in porta la Juventus si porta in avanti. Morata serve Ronaldo, il portoghese con il mancino batte Pau Lopez. Prova a reagire la Roma con Cristante, palla fuori. Dall’altra parte è ancora Ronaldo a rendersi pericoloso. Questa volta è la traversa a negare la gioia del gol a CR7. L’ultima occasione del primo tempo è ancora per il portoghese, attento Pau Lopez.

Nella ripresa la Roma mette alle corde la Juventus anche se Szczesny non corre particolari rischi se non su una conclusione di Carles Perez. Al primo tiro in porta la Juventus trova il raddoppio. Imbucata di Cuadrado per Kulusevski, Ibanez nel tentativo di anticipare Ronaldo manda la palla nella prossima porta. La Roma continua a spingere sull’acceleratore per riaprire la partita, ma la difesa bianconera si chiude bene.

Serie A, Atalanta-Torino 3-3: rimonta granata

Atalanta-Torino 3-3

Marcatori: 14′ Ilicic (A), 19′ aut. Sirigu (A), 21′ Muriel (A), 42′ Belotti (T), 45’+1 Bremer (T), 84′ Bonazzoli F. (T)

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Palomino; Ruggeri (46′ Djimsiti), de Roon, Pessina (86′ Pasalic), Gosens; Malinovskyi (78′ Lammers); Ilicic (59′ Miranchuk), Muriel (58′ Zapata D.). All. Gasperini

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Singo (73′ Verdi), Lukic (56′ Baselli), Rincon (82′ Gojak), Mandragora, Murru (56′ Ansaldi); Zaza (81′ Bonazzoli F.), Belotti. All. Nicola

Arbitro: Sig. Francesco Forneau di Roma 1

Note: al 42′ Gollini (A) para un calcio di rigore a Belotti (T). Ammoniti: Palomino, Pasalic, Toloi (A); Zaza, Nkoulou (T). Angoli: 4-3 per l’Atalanta. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

La prima occasione del match è per il Torino, Zaza manda fuori dall’altezza del dischetto del rigore. Al primo tiro in porta l’Atalanta trova il vantaggio. Lancio in profondità per Ilicic, lo sloveno (scattato in posizione regolare n.d.r.) batte Sirigu. Rete convalidata dopo il consulto con il Var. Passano cinque minuti e la Dea raddoppia con Gosens. Cross di Muriel, Malinovski non ci arriva. Sul secondo palo c’è il tedesco che non sbaglia. Al 21′ arriva il tris. Ilicic serve Muriel, Sirigu si oppone ma non può far nulla sul tap-in. Il match si accende nel finale. Gosens prima crea qualche brivido a Sirigu e poi salva sul colpo sotto di Murru. Il Torino la riapre al 42′. Palomino ferma fallosamente Belotti in area di rigore. Gollini intuisce il tiro del Gallo, ma non può far nulla sul tap-in vincente. In pieno recupero trova il 3-2 Bremer dopo la traversa colpita da Mandragora.

Nella ripresa l’Atalanta non accelera e controlla il match. Da segnalare una chance per Zapata, palla di poco fuori. Dal 71′ si accende la sfida. Conclusione di esterno di Singo, la traversa salva Gollini. Dall’altra parte è Miranchuk a colpire il palo. Il pareggio granata arriva all’84’. Punizione di Verdi e torsione vincente di Bonazzoli. L’ultima occasione è per il Torino, Gollini si oppone a Verdi. Terzo pareggio consecutivo per Nicola, la Dea rimane fuori dalla zona Champions League.

Serie A, Sassuolo-Spezia 1-2: vittoria in rimonta dei liguri

Sassuolo-Spezia 1-2

Marcatori: 25′ Caputo (Sa), 39′ Erlic (Sp), 78′ Gyasi (Sp)

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Marlon, Ferrari G. M., Rogério; Obiang (82′ Magnanelli), Locatelli M.; Traoré H. (64′ Defrel), Djuricic (64′ Berardi D.), Boga (38′ Haraslin; 82′ Raspadori); Caputo. All. De Zerbi

Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Erlic, Terzi (53′ Ismajli), Bastoni S.; Sena (89′ Acampora), Ricci M., Maggiore (90′ Chabot); Verde, Agudelo, Gyasi. All. Italiano

Arbitro: Sig. Juan Luca Sacchi di Macerata

Note: Ammoniti: Locatelli M., Ferrari G. M. (Sa); Bastoni S., Erlic Vignali (Sp). Angoli: 5-5. Recupero: 3′ p.t.; 4′ s.t.

Il match si accende intorno al quarto d’ora. Nel tentativo di crossare Verde la colpisce male. Consigli si salva con l’aiuto della traversa. Ancora ospiti pericolosi poco dopo. Decisivo Traoré sulla linea dopo la conclusione di Maggiore. Il match si sblocca al 25′. Obiang per Caputo, l’ex Bari a tu per tu con Provedel non sbaglia. Al 39′ il pareggio dello Spezia. Colpo di testa vincente di Erlic sugli sviluppi di un corner. Immediata la reazione del Sassuolo con Djuricic. Mancino vincente dell’ex Benevento, ma il Var annulla tutto per fuorigioco. L’ultima occasione è per i padroni di casa, Provedel si oppone a Traoré.

Nella ripresa è ancora Provedel protagonista prima su Traoré e poi su Haraslin. Ci prova anche Defrel, palla fuori. Al 78′ lo Spezia si porta in vantaggio. Gyasi mette in rete una sponda di Ismajli. Non succede più nulla. Colpo salvezza per lo Spezia. Continua, invece, il momento difficile per il Sassuolo.

TAG:
calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 06-02-2021


Milan-Crotone, Pioli: “Vogliamo ritornare in vetta alla classifica”

Champions League, Lipsia-Liverpool si giocherà a Budapest