La sintesi dei recuperi della 27^ giornata di Serie A.

È stato completato il 27^ turno di Serie A, dopo i recuperi delle tre gare di ieri e delle quattro di oggi. Oltre al derby di Milano e alla sfida tra Benevento e Verona, si sono giocate due gare importanti in chiave salvezza: quella tra Torino e Crotone e quella tra Chievo e Sassuolo. Gare che inguaiano ancora di più la squadra calabrese, già terzultima e adesso due punti dalla Spal senza ulteriori gare da recuperare.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Serie A, recupero 27^ giornata

Torino-Crotone

Gara subito in discesa per gli uomini di Mazzarri, che già al quarto d’ora passano con Belotti: carambola su calcio d’angolo, il centravanti granata è il più rapace e dopo un primo tentativo parato da Cordaz mette a segno il gol dell’1-0. Il Crotone, in bambola, lascia campo alla squadra di casa che dopo quattro minuti raddoppia Iago Falque, capace d’infilare Cordaz con un bel sinistro dal limite dell’area. Al 36′ cross di Ljajic da calcio di punizione e spaccata di Belotti che supera ancora il portiere dei calabresi. Nel finale sfortunato il Crotone, che centra una clamorosa traversa con Simy.

Nella ripresa i calabresi provano a riaprire una partita già chiusa, ma in contropiede si fanno infilare ancora da uno scatenato Gallo Belotti, che realizza la prima tripletta stagionale. Nel recupero Faraoni rende meno amaro il risultato per il Crotone, con un gol che non cambia la sostanza. Altro brutto ko per gli uomini di Zenga, la cui salvezza è sempre più difficile.

Chievo-Sassuolo

Primo tempo con poche emozioni tra clivensi e neroverdi. Nei primi minuti è Babacar a sciupare la più clamorosa palla gol solo davanti a Sorrentino. Proprio il portiere del Chievo è protagonista dell’evento più importante del primo tempo: una scivolata killer di Adjapong che va a colpire l’esperto estremo difensore gialloblù. L’arbitro consulta il Var ed estrae un giusto cartellino rosso.

Nonostante l’inferiorità numerica, il Sassuolo non demorde e cerca la via della rete anche nella ripresa. Col passare dei minuti cresce però il Chievoverona, che passa in vantaggio a metà secondo tempo con l’ex Napoli Emanuele Giaccherini, bravo col destro a superare Consigli. La situazione si complica ancora per il Sassuolo nel finale, con l’espulsione di Magnanelli che lascia in nove la squadra di Iachini. Quando tutto sembra finito, Cassata trova il gol del pareggio su calcio di punizione. Decisivo il liscio del difensore Bani che manda fuori tempo anche Sorrentino.

Emanuele Giaccherini
L’esultanza di Emanuele Giaccherini (fonte foto https://www.facebook.com/LArena.it/?ref=br_rs)

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-04-2018


Serie A, Benevento-Hellas Verona 3-0: crollo scaligero al ‘Vigorito’

Milan-Inter, D’Ambrosio nel post partita: “Meritavamo la vittoria”