Spal-Milan, Altafini sugli scudi nel successo dei rossoneri

I rossoneri vincono il campionato 1961/62 con Altafini capocannoniere. Nell’ultima stagionale, in Spal-Milan, il brasiliano segna una doppietta; chiude Conti sul 3 a 0.

Se negli Anni ’50 i rossoneri hanno fatto incetta di scudetti negli anni dispari, negli Anni ’60 il Diavolo predilige quelli pari. Nel campionato 1961/62, infatti, gli uomini allenati da Nereo Rocco trionfano nella corsa al titolo nazionale. Il Paròn riesce a spuntarla sull’Inter di Herrera, accreditata come la maggior candidata allo scudetto. Il Milan saluta Liedholm e inserisce Danova, Pivatelli e, in autunno, Dino Sani.

Avvio difficoltoso

Le prime gare del Milan targato Rocco sono altalenanti, con quattro sconfitte nelle prime undici giornate. La svolta si ha proprio con l’approdo in rossonero dell’italo-brasiliano che diventerà il vero “cervello” del Diavolo. L’ascesa rossonera è inarrestabile e nel girone di ritorno si concretizza con una strepitosa rimonta sull’Inter. Appena tre i punti lasciati per strada. Il ko nel derby, tra l’altro, non cambia la storia. E alla penultima, contro il Torino, San Siro può salutare il trionfo dello scudetto.

Passerella a Ferrara

Prima della conclusione del torneo c’è l’ultimo atto: il 15 aprile 1962 si gioca Spal-Milan. A Ferrara, contro i biancoazzurri già salvi, Maldini e compagni si congedano dal campionato. Il clima è di festa e forse a causa di ciò il Milan non gioca con la massima concentrazione. E’ la Spal infatti a sfiorare la rete ma il maggiore tasso tecnico del Diavolo viene fuori e si tramuta alla mezzora nella rete del vantaggio a opera del solito Altafini. I ferraresi hanno la grande occasione del pareggio ma Cappa si fa parare il calcio di rigore da Ghezzi. A quel punto, i padroni di casa perdono di efficacia e Altafini trova il raddoppio con un tiro dalla lunga distanza che sorprende il portiere. Nel finale Conti chiude il risultato su 3 a 0.

ultimo aggiornamento: 09-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X