Srebrenica, Ratko Mladic condannato all’ergastolo: responsabile di persecuzioni e sterminio

Il Tribunale Penale Internazionale dell’Aja ha deciso di condannare all’ergastolo l’ex generale della Jugoslavia Ratko Mladic.

L’AJA (OLANDA) – Ratko Mladic è stato condannato all’ergastolo per genocidio e crimini di guerra contro l’umanità perpetrati durante la guerra in Bosnia (1992-1995). A deciderlo è stato il Tribunale Penale Internazionale (TPI) dell’Aja nella giornata odierna. L’ex generale dell’esercito della Jugoslavia volle portare avanti una campagna micidiale di bombardamenti e cecchini e a Srebrenica volle perpetrare genocidio, persecuzioni, sterminio, assassinio e atti disumani attraverso trasferimento forzati. Lo ha detto il giudice del Tribunale che durante la lettura del verdetto ha allontanato Mladic dopo uno scoppio d’ira contro la corte.

Ratko Mladic era accusato di essere stato alla testa delle pggiori atrocità commesse durante il conflitto

Ratko Mladic era accusato di essere stato alla testa delle peggiori atrocità commesse durante il conflitto, come l’assedio di tre anni di Sarajevo ed il massacro di ottomila musulmani nell’enclave di Srebrenica, la peggiore esecuzione di massa in Europa dalla Seconda Guerra Mondiale.

La sentenza esaspera le persistenti divisioni dell’ex Jugoslavia: per i bosniaci musulmani e croati Mladic è un mostro, per i serbi di Bosnia “il generale resterà sempre il nostro eroe, come un de Gaulle”, ha detto il loro leader Milorad Dodik, nemico del presidente europeista della Serbia, Aleksandar Vucic.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 22-11-2017

Francesco Spagnolo

X