Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla tappezzeria auto e sui rivestimenti interni, in pelle e non: i costi, come pulirla e a cosa fare attenzione!

La cura della vettura mette in conto anche la tappezzeria dell’auto. Questa è il rivestimento, in pelle o in tessuto, presente sui sedili interni, che dà quel tocco di lusso in più (sono più costosi del normale rivestimento che si può trovare, magari, in un’utilitaria), di bellezza e di pregio.

La tappezzeria, inoltre, è una tecnica che non solo ovviamente viene utilizzata per le auto, ma ha molti ambiti di applicazione, come le pareti di una casa o parti di mobili. È una tecnica, infine, di artigianato che richiede una cura particolare, ma che dà risultati veramente di classe. Questa, come tutte le cose, ha sia degli aspetti positivi sia negativi. Scopriamoli insieme: essi sono i costi, la pulizia, i vari tipi (in particolare materiali) di tappezzeria che si può utilizzare e gli accorgimenti da adottare.

I tipi di tappezzerie auto, in pelle e in tessuto

Esistono diversi materiali da utilizzare per la tappezzeria della nostra auto. Spesso un cliente che vuole comprare una macchina utilitaria, ad esempio, non dà molta importanza a questo. Però un cliente esigente questo concetto è completamente ribaltato. Quindi, se il suo budget glielo permette e gli optional in questo campo dell’auto che sceglie prevedono anche la tappezzeria, può scegliere quello che più gli piace.

In genere i rivestimenti dei sedili in pelle sono quelli più ambiti, perché hanno una qualità estetica invidiabile. Esistono rivestimenti in: pelle stampata, pelle nappa, ecopelle e finta pelle, ma anche in tessuto, anche se nel mercato auto odierno non viene quasi più usato, come il velluto e l’alcantara.

Interni auto
Fonte foto: https://pixabay.com/photos/car-bmw-x3-vehicle-transportation-2220055/

Come già detto, i pellami vanno per la maggiore per i sedili delle auto, e si possono trovare nelle vetture prodotte dalle case automobilistiche con più blasone e con clienti molto esigenti da questo punto di vista.

Gli accessori interni per auto: quali sono?

La tappezzeria della nostra autovettura ha bisogno di cura: da questo punto di vista possono venire in soccorso gli accessori per interni, come il coprisedile, che a poco prezzo permette di ricoprire la parte più esposta del sedile per evitare che si consumi (non vale però con la vera pelle, che ha una qualità alta e non si consuma facilmente).

La stessa cosa vale per le fodere, che possono essere di diversi materiali, per rendere più confortevole la guida e la permanenza sul veicolo. E anche i cuscini, che si posizionano nella parte del sedile dove ci si siede, per avere ancora più comfort per il guidatore o per i passeggeri.

Questi accessori possono anch’essi essere realizzati utilizzando materiali per cui è stato usata la tecnica della tappezzeria, e vengono scelti sempre seguendo i gusti di ciascuno.

Il costo del rivestimento dei sedili auto

Per quanto riguarda i costi per il rivestimento degli interni, in pelle e in tessuto, questi possono essere già compresi se si compra un auto nuova, o usata, che ha questo tipo di tappezzeria. Oppure si possono sostituire interamente o parzialmente, con prezzi diversi, con metodi fai da te o rivolgendosi a un professionista. Ma quali sono nello specifico questi costi?

Per i rivestimenti dei sedili in pelle si utilizza un materiale costoso, quindi anche il prezzo per sostituirlo sarà alto. In linea di massima per sostituire i soli coprisedili il costo, comprendente l’ordine del preciso modello dalla casa automobilista o da un rivenditore autorizzato, è tra i 200 e i 1000 euro per una coppia.

Sempre a seconda del materiale scelto, che influirà sul prezzo finale, per quanto riguarda il cambio dei seggiolini, cioè l’intera parte di materiale, può venire a costare dai 200 ai 750 euro l’uno, ma anche fino a 2000 euro per una coppia.

L’installazione, inoltre, della nuova tappezzeria può avere un costo dai 100 agli 800 euro, prezzi che vanno aggiunti a quelli riportanti in precedenza.

Infine si può optare anche per la sostituzione della tappezzeria in maniera fai da te, acquistando un kit specifico al costo di 800 euro (bisogna anche metterci impegno e avere un minimo di conoscenza di questo argomento). A questi si aggiunge anche il costo dell’installazione, che è di 750 euro se si decide di rivolgersi a uno specialista.

Come pulire la tappezzeria auto

Interno auto
Interno auto

Per le pulizia degli interni in pelle dell’auto bisogna prestare molta attenzione. Per il lavaggio dell’auto, ad esempio, in particolare la tappezzeria, bisogna rivolgersi a esperti, perché se si procede con prodotti casalinghi si può incorrere in spiacevoli sorprese. Bisogna sempre prestare attenzione al materiale usata per tappezzare: ognuno ha le sue proprietà e per trattarlo bisogna conoscerle. Se non sono in pelle, invece, è possibile pulirle con un panno in microfibra, passandolo delicatamente sui sedili, insieme a un mix di aceto di vino, di bicarbonato di sodio e di sapone neutro.

Anche per la pelle si può passare un panno in microfibra umido, ma senza il composto nominato in precedenza, per evitare di creare delle macchie ancora più difficile da togliere.

Dove si può comprare o sostituire la tappezzeria auto

I sedili interni dell’auto, come già detto ampiamente, sono una delle cose a cui bisogna fare maggiormente attenzione in un auto, perché si possono danneggiare, involontariamente, molto facilmente. Ma dove andare se questi presentano graffi o sono consumati?

Come detto in precedenza, per sostituire la tappezzeria è opportuno rivolgersi a negozi specializzati e affidarsi a professionisti. Si può anche ordinare i rivestimenti online (ci sono moltissimi siti, con anche l’e-commerce, specializzati. Basta cercare sui principali motori di ricerca), ma per l’installazione è necessario rivolgersi a loro, a meno che non si sia esperti e si faccia il lavoro nella propria abitazione.

Per comprarli ci si può recare alla concessionaria dove si è acquistato il veicolo, oppure in negozi specializzati se si è alla ricerca di cose personalizzate e se si è appassionati di tuning. Allo stesso modo si possono ordinare online. Alcuni esempi di siti internet sono: Amazon.it, Kijiji.it, Subito.it, Interniauto.eu, Ebay.com e molti altri che sono rintracciabili sul web.

Fonte foto: https://pixabay.com/photos/car-bmw-x3-vehicle-transportation-2220055/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
approfondimento auto interni auto

ultimo aggiornamento: 23-11-2020


Hamilton ‘si sfoga’: “Un altro grande pilota guida la mia stessa macchina ma non vince quanto vinco io”

F1, le condizioni di Hamilton per il rinnovo con la Mercedes