Russia, terremoto di magnitudo 7.4. Diramata l’allerta tsunami in un raggio di 300 chilometri dal luogo dell’epicentro.

Una scossa di terremoto di magnitudo 7.4 ha fatto tremare parte della Russia. Il sisma è stato registrato intorno alle ore 18.00 italiane (le cinque nella parte del paese interessata dalla scossa) con epicentro nel mare di Bering. L’ipocentro è stato registrato ad appena dieci chilometri di profondità, motivo per il quale il terremoto è stato avvertito distintamente dalla popolazione fino a diversi chilometri di distanza.

Terremoto in Russia, diramata l’allerta tsunami

Al momento non si registrano danni a cose o persone ma le autorità hanno diramato l’allerta tsunami in un raggio di 300 chilometri dall’epicentro della scossa. Le aree interessate dal rischio tsunami fortunatamente sono caratterizzate da una bassa densità demografica e le eventuali operazioni di messa in sicurezza degli abitanti dovrebbero avvenire in poco tempo e in maniera totalmente efficace, evitando morti tra la popolazione civile.

Le autorità monitorano la situazione, terrore tra i cittadini

Il luogo dell’epicentro si trova a circa 150 chilometri dalla Kamchatka, dove le autorità stanno monitorando la situazione per farsi trovare pronte nel caso in cui dovesse verificarsi in effetti un’onda anomala. Le autorità competenti hanno precisato che l’allarme dovrebbe rimanere valido per diverse ore e non si esclude addirittura la formazione di più di un’onda anomala che potrebbe raggiungere i centri abitati.

La scossa è stata avvertita fino a una distanza di mille chilometri, al punto che molti russi hanno scritto sui social network parlando del terremoto più forte della storia.

Sicuramente nella storia recente del paese non si ricorda un terremoto di tale violenza e intensità.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
esteri evidenza Russia terremoto

ultimo aggiornamento: 20-12-2018


Usa, è lotta al razzismo: il linciaggio diventa reato penale federale

Allerta terrorismo a Stoccarda, violati sistemi di sicurezza dell’aeroporto. Si cercano 4 sospetti