La terra è ritornata a tremare in Italia. Un terremoto di magnitudo 2.9 è stato registrato a Potenza. Non sono state segnalate particolari criticità.

POTENZA – Scossa di terremoto di magnitudo 2.9 a Potenza. L’epicentro è stato segnalato a 4 km dal capoluogo della Basilicata. Al momento non sono stati segnalati danni a persone o cose.

Di seguito il tweet con la scossa in provincia di Potenza

Terremoto a Potenza, non si registrano danni a persone o cose

La scossa di terremoto a Potenza è stata registrata alle 5:50 di sabato 22 giugno 2019 a 4 km dal capoluogo lucano. La profondità è di 16 km e per questo il sisma non è stato avvertito da tutta la popolazione. Fortunatamente non sono stati registrati danni a persone o cose ma la paura, per tutti quelli che lo hanno sentito, è stata tanta.

Al momento non sono state segnalate altri piccoli movimenti di assestamento ma si tiene sotto controllo la faglia per cercare di prevedere eventuali sismi. La paura resta tanta visto che stiamo parlando di una zona ad alto rischio sismico e che già in passato ha avuto eventi simili con danni sicuramente molto più grandi.

Ambulanza
Ambulanza

Terremoto a Potenza, l’Italia continua a tremare

L’Italia si conferma una terra ad alto rischio sismico. L’evento di Potenza è solo l’ultimo di una serie di terremoti che sono stati registrati nell’ultimo periodo. Solo ieri a Palagano, Modena, è stato registrato un sisma di magnitudo 2.5 con profondità di 9 km. Anche in questo caso non ci sono stati particolari problemi ma la paura continua ad essere tanta.

Anche in Emilia si guarda con attenzione alla faglia. Il centro INGV non ha segnalato nessun altra scossa di assestamento ma non è escluso che possa succedere nelle prossime ore. La terra italiana è soggetta a sismi e l’attenzione resta alta per evitare tragedie come già successo negli anni scorsi.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza Potenza terremoto

ultimo aggiornamento: 22-06-2019


Stadio della Roma, chiesta l’archiviazione per Virginia Raggi

Roma, due coniugi si sono tolti la vita perché non riuscivano a pagare l’affitto