E’ prodotta dalla Cadillac, si chiama ‘The Beast’, ma l’auto del Presidente degli Stati Uniti è tutt’altro che un veicolo comune.

A uno sguardo veloce, un po’ distratto, l’auto su cui viaggia il Presidente degli Stati Uniti può sembrare un Cadillac come un’altra. Forse un po’ più grande rispetto agli altri modelli ma tutto sommato non molto differente. E’ davvero così? Per nulla. La The Beast, questo è il suo nome anche è a volte chiamata anche Cadillac One, è un’auto a dir poco speciale, basti pensare che per molti versi è forse più simile a un carro armato che a una vera e propria automobile.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Auto del Presidente degli Stati Uniti: la scheda tecnica

Come detto in precedenza, The Beast è realizzata dalla Cadillac ma è un modello del tutto personalizzato con la carrozzeria che ricorda quella dell’Escalade ma il telaio deriva invece da quello dei pick-up. Anche il peso dell’auto non è paragonabile a quello degli altri modelli della Cadillac: è infatti compreso tra le 7 e le 9 tonnellate.

Joe Biden
Joe Biden

Per poter supportare tale peso servono pneumatici speciali che derivano da quelli degli autocarri. Per quanto riguarda il motore non ci sono informazioni ufficiali a riguardo ma, secondo gli esperti potrebbe essere o il V8 a benzina Vortec 8,1 litri o il V8 Duramax turbodiesel a 6,6 litri. La velocità non è comunque il punto di forza dell’auto del Presidente degli Stati Uniti, visto che quella massima non dovrebbe superare i 100 km/h.

Auto del Presidente degli Stati Uniti: le armi e gli optional

L’auto del Presidente degli Stati Uniti dispone poi di una serie di optional che non si trovano di certo in commercio e nessun concessionario offrirebbe. Tra questi ci sono i vetri blindati spessi ben 13 centimetri e capaci di resistere anche ai colpi dei fucili d’assalto. Ovviamente è blindata anche la carrozzeria, che è in grado di resistere pure alle esplosioni, così come il pavimento e il serbatoio del carburante. Questo è inoltre rivestito da una speciale schiuma che permette di evitare incendi.

Gli speciali pneumatici derivati da quelli degli autocarri di cui parlavamo in precedenza sono ovviamente run-flut e permettono al The Beast di continuare a viaggiare anche se forati o colpiti da proiettili. Per quanto riguarda l’abitacolo interno, questo è completamente isolato e ha anche dei serbatoi di ossigeno per consentire la normale respirazione agli occupanti in caso di un attacco chimico.

All’interno dell’auto del Presidente degli Stati Uniti non mancano poi anche una serie di armi: sono presenti lanciatori di gas lacrimogeni e lanciagranate fumogene. E poi non mancano i sistemi di comunicazioni criptati con l’esterno. Altri dettagli della The Beast sono invece Top Secret.

Auto del Presidente degli Stati Uniti: la storia

Quelle delle auto presidenziali è una lunga storia che è iniziata nel 1909, quando il principale inquilino della Casa Bianca era William Howard: durane la sua presidenza, durata fino al 2013, acquistò quattro auto e fece trasformare le stalle della Casa Bianca in garage.

Le auto utilizzate fino agli anni ’40 erano però normali auto di serie, fu il presidente Franklin Delano Roosevelt a viaggiare su un’auto speciale, realizzata su misura con particolari richieste. I mezzi blindati sono però stati adottati solamente in seguito all’omicidio del Presidente John Fitzgerald Kennedy. L’attuale The Beast è invece entrata in servizio nel 2018, quando il presidente degli Stati Uniti era Donald Trump.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 07-11-2021


Confindustria contro la Cgil, “Lo sciopero non è la strada giusta”

Decreto Infrastrutture, come cambia il Codice della Strada