Wout van Aert ha vinto la ventesima tappa del Tour de France 2021. Tadej Pogacar ad un passo dalla sua seconda Grande Boucle.

SAINT-EMILION (FRANCIA) – E’ Wout van Aert il vincitore della ventesima tappa del Tour de France 2021. Con una prestazione perfetta, il belga è riuscito a conquistare la cronometro di Saint-Emilion precedendo sul traguardo un ottimo Kasper Asgreen (a 21″) e il compagno di squadra Jonas Vingegaard (a 32″).

Pogacar a Parigi in Giallo – Tadej Pogacar in Giallo a Parigi. Lo sloveno è riuscito nella cronometro finale a conservare la Maglia Gialla con l’ottavo posto a 57″ dal primo posto. Il migliore degli italiani è stato Mattia Cattaneo, sesto a 49″ da van Aert.

Le classifiche

Tadej Pogacar è il vincitore del Tour de France. Lo sloveno al termine della passerella di Parigi salirà sul podio insieme a Jonas Vingegaard (2° a 5’20”) e Richard Carapaz (3° a 7’03”). Il migliore degli italiani in questa Grande Boucle è stato Mattia Cattaneo (12° a 23″28). All’azzurro forse è mancato quel guizzo per andare a conquistare una tappa, ma il bilancio è sicuramente positivo. Questi i leader delle classifiche:

Maglia Gialla – Tadej Pogacar
Maglia Verde – Mark Cavendish
Maglia a Pois – Tadej Pogacar
Maglia Bianca – Tadej Pogacar

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

La ventunesima tappa

Il Tour de France, come sempre, si chiude con la ventunesima tappa di Chatou a Parigi. Una vera e propria passerella sugli Champs-Elysees, con il gruppo che entrerà nel vivo della corsa dopo il primo passaggio sul traguardo. In molti proveranno ad anticipare i velocisti, ma non ci dovrebbero essere particolari problemi con il gruppo che molto probabilmente arriverà compatto e si deciderà con una volata.

Per Tadej Pogacar, invece, l’ultima insidia prima di poter festeggiare insieme ai compagni. Lo sloveno cercherà di evitare cadute e godersi questo passaggio nella capitale francese. Un Tour dominato dal giovane ciclista, ora a tutti gli effetti tra i grandi.


Scatta l’allarme coronavirus a Tokyo 2020, 15 positivi ai Giochi

Giochi olimpici, Londra 2012: Phelps, Bolt e Vezzali nella leggenda