Blitz della polizia, ucciso il killer di Strasburgo. Stando ad alcune testimonianze l’uomo era armato.

STRASBURGO (FRANCIA) – È stato rintracciato e ucciso il killer di Strasburgo, rimasto ucciso durante un blitz della polizia che lo ha individuato mettendo fine alla sua fuga. L’uomo si trovava in un magazzino del quartiere Neudorf, dove si era nascosto dopo la strage di due giorni fa.

Strage di Strasburgo, ucciso Cherif Chekatt

Nel pomeriggio di giovedì 12 dicembre la polizia di Strasburgo aveva effettuato un blitz a Neudorf per cercare altri complici di Cherif Chekatt. La perquisizione aveva portato ad un fermo che si è rivelato fondamentale per il fermo del killer di Strasburgo.

In serata – secondo quanto riportato dalle autorità locali – gli inquirenti hanno individuato e circondato il magazzino dove si nascondeva. Il primo ad aprire il fuoco è stato il killer di Strasburgo, ma la polizia ha risposto con un solo colpo che ha centrato l’uomo, uccidendolo. Oltre la pistola è stato trovato anche un coltello.

Strasburgo
fonte foto https://twitter.com/robertopasini

Strage di Strasburgo, la fuga di Cherif Chekatt durata 48 ore

Sono state 48 ore di continua ricerca in Francia. La Polizia ha effettuato vari blitz per cercare di scoprire il nascondiglio di Cherif Chekatt ma tutti si sono rivelati senza risultati. Nella giornata di ieri era uscita la voce di un possibile trasferimento in Germania.

Nonostante queste indiscrezioni, le ricerche degli inquirenti si sono concentrati nel quartiere di Neudorf, dove il killer si era fatto portare da un taxi dopo la strage. L’uomo si è sempre nascosto nella zona dove risiedeva perché ferito ed ha trovato riparo in un magazzino. Dopo 48 ore di ricerca gli agenti della polizia francese lo hanno trovato e ucciso con un solo colpo.

Le indagini non si fermeranno qui. Gli inquirenti sono al lavoro per cercare di capire se ci sono anche altre complici coinvolti in questa strage.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 14-12-2018


Brasile, ordinato l’arresto di Cesare Battisti

Chi era Antonio Megalizzi, l’italiano rimasto ucciso nella sparatoria a Strasburgo