Umberto Bossi rilancia sul Comitato diffidato da Salvini: “Sul territorio per riportare militanti ed elettori nella Lega”.

Il fondatore della Lega Umberto Bossi, o meglio conosciuto come Senatur, rivendica la scelta di lanciare la corrente del Comitato Nord nella Lega Salvini. La priorità è quella di rispettare la volontà di veneti e lombardi che già nel 2017 hanno fatto richiesta dell’Autorità del Nord, uno dei capi saldi del percorso realizzato dal fondatore di Lega.

Umberto Bossi
Umberto Bossi

Il fondatore della Lega, Umberto Bossi, parla chiaramente di “un lavoro lungo ed importante sul territorio per riportare militanti ed elettori nella Lega”. Al Senatur colleghiamo il Comitato Nord, il percorso realizzato per mantenere saldi i principi che hanno reso forte la Lega: difesa del Nord, autonomia e rispetto della militanza.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Autonomia del Nord

La dichiarazione avviene dopo che, lo scorso 27 ottobre, il partito guidato da Matteo Salvini ha diffidato formalmente il Comitato dall’usare i simboli e dalla denominazione del partito e dal fare promozione dello stesso organismo presso gli iscritti della Lega per Salvini premier. Il primo punto dell’agenda politica è proprio l’Autonomia del Nord, una richiesta che i lombardi e i veneti hanno chiesto nei referendum del 2017, e che deve continuare ad “essere la nostra priorità”.

Il fondatore della Lega ora rivendica la scelta di lanciare la ‘corrente’ nel partito di Salvini, dopo che in una sua nota si leggeva “la totale estraneità di Lega per Salvini premier rispetto all’iniziativa del Comitato Nord, che Bossi ha affidato ai due luogotenenti Angelo Ciocca e Paolo Grimoldi”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-11-2022


Rincari, Meloni: “I pochi soldi che ci sono li useremo per le bollette”

La prima volta di Meloni a Bruxelles da premier