Usa, il rapper Nipsey Hussle ucciso a colpi di pistola

Usa, il mondo della musica sotto shock. Morto il rapper Nipsey Hussle, ucciso a colpi di pistola davanti al suo negozio di abbigliamento a Los Angeles.

È morto Nipsey Hussle, noto rapper americano autore di diversi successi che hanno superato i confini nazionali trasformandolo in un artista apprezzato anche in Europa. L’uomo è stato ucciso a colpi di arma da fuoco alla porta del suo negozio di abbigliamento a Los Angeles. Nel corso della sparatoria sono rimaste ferite anche altre due persone.

Morto Nipsey Hussle: il rapper ucciso a colpi di pistola davanti al suo negozio di abbigliamento a Los Angeles

Stando a quanto riferito dalla stampa statunitense, che cita fonti investigative, alcuni testimoni avrebbero visto una persona darsi alla fuga dopo la sparatoria, anche se al momento non ci sarebbero sospettati. Proseguono dunque le indagini e si cerca un movente anche nel passato del rapper.

Nipsey Hussle
Fonte foto: https://www.facebook.com/nipseyhussle

L’ipotesi più accreditata è che l’uomo sia stato ucciso intenzionalmente in un regolamento di conti. Meno probabile l’idea della tragica fine di un tentativo di rapina. In uno dei suoi ultimi messaggi sui social network, il cantante aveva scritto “Avere nemici forti è una benedizione“, una frase che potrebbe essere interpretata come una traccia o quantomeno come l’inizio di una possibile pista investigativa.

Chi era Ermias Davidson Asghedom, in arte Nipsey Hussle

Ermias Davidson Asghedom, in arte Nipsey Hussle, aveva appena 33 anni. Cresciuto in un quartiere difficile, Ermias da giovane fece parte di una gang di Los Angeles. Il suo disco di esordio, Victory Lap, risale al 2018 e aveva ricevuto una nomination ai Grammy come miglior disco rap.

ultimo aggiornamento: 01-04-2019

X