Venezuela, Nicolas Maduro vince: “Ora nuove leggi per ritornare alla pace”

Le votazioni di ieri in Venezuela hanno evidenziato il successo di Nicolas Maduro. Giorno nero per l’opposizione.

CARACAS – Il voto di ieri in Venezuela è stato un successo per Nicolas Maduro, un fallimento per l’opposizione. L’elezione dell’Assemblea Costituente voluta da presidente conferma ancora una volta la spaccatura che c’è nel Paese sconvolto dagli scontri che da aprile hanno causato ben 120 morti. “Si sta andando – dice il presidente del Parlamento Julio Borges – verso uno scenario molto probabile di scontro violento. Dobbiamo fare valere un fatto fondamentale, che è che questo Parlamento, eletto da oltre 14 milioni di venezuelani, è l’unica autorità eletta e legittima nel paese. Ci tocca difendere la legge e la Costituzione“.

Nicolas Maduro minaccia: “Ora con la Costituente ritornerà l’ordine pubblico”

Subito dopo le votazioni, Nicolas Maduro ha parlato ai giornalisti: “Ora – dice – con la Costituente si ritornerà all’ordine pubblico e si imporrà la giustizia per ritornare alla pace. L’Assemblea revocherà ogni immunità ai deputati“.

L’accusa degli Stati Uniti: “Condanniamo l’elezione del 30 luglio”

Dura reazione degli Stati Uniti subito dopo le elezioni: “Gli USA condannano l’elezione imposta il 30 luglio per l’Assemblea Costituente nazionale, concepita per rimpiazzare quella legittimamente eletta e per minare il diritto del popolo venezuelano all’autodeterminazione“. Non si fa attendere la risposta di Nicolas Maduro: “Al Venezuela non si danno ordini e né lo si comanda fuori. Che c… ce ne importa di quello che dice Trump“.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 31-07-2017

Francesco Spagnolo

X