Verso Milan-Udinese, i precedenti sorridono ai rossoneri

Numeri e statistiche danno forza al Milan, in vista della gara di stasera contro l’Udinese. A San Siro il predominio dei rossoneri è netto

Riprendere il cammino, per non veder svanire sul più bello un sogno chiamato Champions League. Il Milan, stasera contro l’Udinese, cerca di risollevarsi dopo le due sconfitte consecutive patite con Inter e Sampdoria. Ko differenti l’uno dall’altro, ma entrambi accomunati da un gioco che latita e da una incapacità di reagire allo svantaggio iniziale, maturato con le reti di Vecino e Defrel. Occorre un cambio di passo: ragion per cui Gattuso proporrà una formazione rivisitata e più offensiva. Un sostegno importante arriva dalle statistiche: la trasferta del Meazza, per l’Udinese, è spesso stata indigesta.

Milan-Udinese, i precedenti. Bilancio a favore dei rossoneri

Le sfide del Meazza tra Milan e Udinese, in Serie A, sono 43. I dati parlano chiaro: i rossoneri hanno conquistato 24 vittorie, i pareggi sono stati ben 14 e le vittorie friulane solamente 5. Il Milan, inoltre, ha segnato almeno una rete con l’Udinese in 19 delle ultime 20 partite casalinghe, rimanendo a secco soltanto nel settembre del 2016: 0-1 per i friulani il risultato.

Proprio il ko di misura maturato nella stagione 2016-2017 è l’unica sconfitta registrata dal Milan negli ultimi 11 appuntamenti con la squadra allenata adesso da Igor Tudor. Completano il quadro 7 vittorie e 3 pareggi.

Patrick Cutrone
Patrick Cutrone

Milan-Udinese, le scelte di Gattuso

Milan dunque alla ricerca della 25° affermazione contro l’Udinese in casa. Gattuso proverà a raggiungere questo traguardo schierando una formazione inedita, senza dubbio più offensiva rispetto a quella vista all’opera nelle ultime settimane.

Secondo quanto raccolto dalla Gazzetta, infatti, il Milan scenderà in campo con un 4-3-1-2 in cui spetterà a Paquetà il ruolo di trequartista e suggeritore della inedita coppia-gol composta da Cutrone e Piatek. Calhanoglu, così facendo, dovrebbe scalare a centrocampo, completando il trio composto da Kessie e Bakayoko. La difesa è l’unico reparto che Gattuso non dovrebbe variare rispetto a Genova.

ultimo aggiornamento: 02-04-2019

X