Sui viaggi all’estero il governo ragiona sulla stretta per tutto il mese di aprile.

Stando a quanto appreso e riferito dall’Adnkronos, il governo starebbe valutando, in vista del nuovo decreto, di procedere con una nuova stretta sui viaggi all’estero per tutto il mese di Aprile.

La questione dei viaggi all’estero

La questione è venuta alla ribalta in prossimità del lockdown di Pasqua, quando è emerso un vero e proprio paradosso. Nei giorni della chiusura gli spostamenti in Italia sono sostanzialmente vietati mentre, negli stessi giorni, è possibile fare un viaggio all’estero per motivi di turismo. Certo, rispettando le regole in vigore, ma senza dover giustificare il viaggio con motivi di lavoro, necessità o salute. Semplicemente è possibile viaggiare per turismo.

L’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza

Dopo che il paradosso è venuto alla ribalta – perché di paradosso parliamo – il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza con la quale dispone l’obbligo di quarantena (5 giorni) il tampone obbligatorio anche per chi torna dai Paesi Ue. Un tentativo per scoraggiare le partenze e limitare per quanto possibile i danni e la beffa al turismo italiano.

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Viaggi all’estero, la stretta potrebbe essere prorogata fino alla fine del mese di aprile

L’ordinanza di cui sopra è valida fino al 6 aprile, quindi copre solo i giorni di Pasqua. Stando a quanto riferito dall’Adnkronos, l’intenzione del governo sarebbe quella di prorogare il provvedimento fino alla fine del mese di aprile o fino all’inizio di maggio, evitando partenze in occasione della festa dei lavoratori, che cade di sabato.

TAG:
coronavirus governo Draghi

ultimo aggiornamento: 31-03-2021


E-bike 2021: i migliori (ed economici) modelli da scegliere

Come lavare i vetri dell’automobile senza aloni