Vicente Fernandez è morto all’età di 81 anni in ospedale: era ricoverato in seguito ad una caduta. Era il re della musica ranchera.

Il mondo della musica piange la scomparsa di Vicente Fernandez, morto all’età di 81 anni in un ospedale in Argentina. L’artista era ricoverato in seguito ad un incidente domestico. Lascia un vuoto incolmabile.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Morto Vicente Fernandez, stella della canzone popolare

Fernandez era stato ricoverato addirittura in seguito ad una caduta avvenuta all’inizio del mese di agosto. Il re della musica si trovava nel suo ranch situato nei pressi di Guadalajara quando è rimasto vittima di un incidente domestico. In seguito alla caduta, come detto, Fernandez era stato ricoverato in ospedale. Non sono state specificate le cause del decesso, avvenuto nella giornata del 12 dicembre.

Microfono cantante
Microfono cantante

Chi era: la carriera

Quando parliamo di Fernandez parliamo di una vera e propria leggenda della musica. E non solo in Messico o in Argentina. Parliamo di una star a livello mondiale. Magari i meno esperti faticano collegare il nome alla sua musica, ma Vicente Fernandez è l’autore di alcune delle canzoni più conosciute del suo genere, quello della canzone popolare.

Vicente Fernandez, attivo sulla scena musicale per più di quarant’anni, ha venduto circa settanta milioni di dischi, tanto per avere un’idea del suo enorme e meritatissimo successo internazionale. Successo evidenziato dai tre Grammy vinti nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera.

Grazie ad un fortunato passaggio sulle righe del The Houston Chronicle, Fernandez divenne per molti semplicemente “il Sinatra della musica rachera“. E in effetti il confronto regge. Fernandez era in grado di emozionare, di parlare di emozioni e farlo tra squilli di tromba ma senza banalizzare o spettacolarizzare.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 13-12-2021


Turbativa d’asta e falso ideologico, Dg dell’ospedale di Foggia ai domiciliari

Povia positivo al Covid, il presidente della Fondazione Gimbe: “Finché i cretini fanno boom”. Scoppia la polemica