Vincenzo Montella in conferenza stampa: “La squadra sta per esplodere. Avanti con la difesa a 3”

Vincenzo Montella in conferenza stampa: “Non mi disturba leggere di altri allenatori. Io mi senso presente e motivato”.

chiudi

Caricamento Player...

MILANO – Giornata di conferenza stampa a Milanello dove Vincenzo Montella ha parlato alla vigilia della delicatissima trasferta di Verona contro il Chievo. Il tecnico rossonero ha iniziato con l’argomento Bonucci: “Ho letto – dice – molte cose e so da dove provengono determinate cose. Ho fatto delle mie verifiche e Leo non ha mai fatto nessun passo indietro sulla fascia, il resto sono discorsi disturbatori“. Montella si è soffermato anche sul suo possibile esonero: “Non mi disturba – ammette – leggere di altri allenatori. Io sento che ancora posso incidere e la squadra è lì per esplodere. Questo è un momento difficile ma non vedo altre squadre che nelle ultime tre partite hanno giocato meglio di noi“. L’allenatore rossonero prova a chiudere la polemica con Marcello Nicchi: “Io penso – dice – di aver rispettato sempre le decisioni e gli errori degli arbitri. Sarò visionario ma c’è stata la stessa situazione tra Rosi-Bonucci e Rosi-Borini. La differenza è che Fabio non si è tagliato e non si è buttato a terra“.

Vincenzo Montella: “Domani giocheremo a 3 dietro. Kalinic? Da lui ci si aspetta molto”

Vincenzo Montella svela qualche carta in vista della sfida di domani: “Il modulo statico piace a tutti quindi giocheremo a 3 in difesa. Il Chievo non perde dal 9 settembre ed è un avversario molto spigoloso. Non mi aspettavo di essere a -2 da loro ma in Italia chi gioca i preliminari di Europa fa fatica. Vedo le cose che sono sotto controllo e sono convinto che questa squadra ci darà soddisfazione“. Chiusura sui singoli: “André Silva ha fatto un ottimo inizio di stagione ma viene da un campionato diverso. Non abbiamo ancora a regime l’attacco. Su Kalinic ci sono grosse aspettative, io sono convinto che i fischi domenica fossero per me e non per lui. Çalhanoglu ha un talento immenso e carattere sensibile. Penso che sia lui il giocatore che può farci fare il salto di qualità“.