Papa Francesco in Marocco. Il Pontefice incontra il re Mohammed VI e insieme lanciano un appello per la città di Gerusalemme.

RABAT (MAROCCO) – Secondo giorno in Marocco per Papa Francesco. Il Pontefice ha fatto tappa a Rabat dove dopo il suo arrivo ha incontrato il popolo e le autorità marocchine sulla spianata del Tour Hassan. Al termine del discorso Bergoglio si è spostato al Mausoleo di Mohammed V pregando sulle tombe presente e lasciando un omaggio floreale. Qui ha firmato anche un libro d’onore che ha ricevuto in dono. La sua visita a Rabati si è conclusa al Palazzo Reale dove ha incontrato il re Mohammed VI.

Colloquio privato con il leader marocchino per Papa Francesco che nella giornata di domani presiederà la messa con i cattolici prima di ritornare a Roma. Una visita che è servita a rafforzare ancora di più i rapporti tra la Chiesa e il Marocco. Non è escluso che nelle prossime settimane il Pontefice possa fare altre visite nei Paesi degli Emirati Arabi.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Papa Francesco
Papa Francesco

Papa Francesco dal Marocco: “Preservare Gerusalemme come simbolo di pace”

Al termine del colloquio con Mohammed VI, il Pontefice ha lanciato un appello per la città di Gerusalemme: “Preservarla – dichiara Papa Francesco citato dal sito di La Repubblicacome patrimonio comune dell’umanità e soprattutto per i fedeli delle tre religioni monoteiste, come luogo di incontro e coesistenza pacifica“.

Un appello come che il Papa e il re marocchino hanno voluto lanciare dopo gli scontri a Gaza: “Devono essere conservati e promossi il carattere specifico multi-religioso, la dimensione spirituale e la peculiare identità di Gerusalemme. Auspichiamo che nella Città Santa siano garantiti la piena liberà di accesso ai fedeli delle tre religioni monoteiste e il diritto di ciascuna di esercitarvi il proprio culto“.

La visita in Marocco di Bergoglio si concluderà con la messa di domani. Al termina della funzione il Pontefice dovrebbe prendere l’aereo per ritornare a Roma per una nuova settimana ricca di impegni.


Tensione a Gaza, scontri durante la ‘Marcia del Milione’

Facebook chiede aiuto ai governi: servono nuove regole per il web