Dalla Commissione europea parla la presidente Ursula Von der Leyen sulla questione delle elezioni italiane e sul possibile risultato.

Durante un dibattito a Princeton, la Von der Leyen discute sul possibile risultato elettivo in Italia sottolineando che tra i candidati vi sono figure vicine a Putin. La democrazia è un lavoro che ha bisogno della coesione di tutti, e se le cose dovessero andare nel verso sbagliato, l’Ue ha gli strumenti adatti per affrontare la situazione.

Ursula von der Leyen
Ursula von der Leyen

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Un lavoro costante

“La democrazia ha bisogno di ognuno di noi, è un lavoro costante, non è mai al sicuro”. Così dichiara la presidente della Commissione europea sul dibattito nato nei riguardi delle elezioni in Italia. Come nel caso della Polonia e dell’Ungheria, in cui si sono verificati problemi con l’indipendenza della magistratura e con la corruzione, spiega che l’Europa si è affidata alle misure a disposizione per tutelare lo stato di diritto.

In Italia si è fatta notare la presenza di candidati vicine a Putin. La democrazia è un lavoro che richiede la collaborazione di tutti, perché il benessere di tutti e 26 gli Stati Membri dipende dall’alleanza e la predisposizione a non cambiare rotta.

Ursula dichiara: “Il mio approccio è che noi lavoriamo con qualunque governo democratico che è disposto a lavorare con noi”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Speciale Governo

ultimo aggiornamento: 23-09-2022


M5s e il quasi pareggio al Senato, Meloni preoccupata 

Speciale Elezioni: tutto quello che c’è da sapere sul voto