13 ottobre 1977, dirottato volo della Lufthansa. Il blitz a Mogadiscio

13 ottobre, il volo Lufthansa dirottato da terroristi palestinesi

Il 13 ottobre 1977 il Fronte Popolare palestinese dirotta il volo Maiorca-Francoforte verso Mogadiscio. Il 18 ci sarà il blitz dell’antiterrorismo tedesco.

Il 13 ottobre 1977, un gruppo di quattro palestinesi (due uomini e due donne), appartenenti al Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, dirotta il volo Palma di Maiorca-Francoforte.

Dirottamento fino a Mogadiscio

Il gruppo dei terroristi palestinesi è diretto dal Capitano Mahmoud. L’aereo cambia rotta e fa scalo a Fiumicino, per rifornirsi. Da qui di nuovo in decollo fino a Dubai, dove i dirottatori esplicitano le loro rivendicazioni: la principale, la liberazione dei militanti della banda Baader-Meinhof, detenuti in Germania. 

Prime vittime

Il giorno successivo, l’aereo fa sosta nello Yemen, dove viene ucciso il capitano e pilota del Boeing 737, per aver parlato con le autorità del luogo. L’ultimo passo è Mogadiscio, in Somalia.

https://www.youtube.com/watch?v=-dKbnqb4L58

Il blitz dell’antiterrorismo

Alle 19 del 17 ottobre scatta il blitz delle teste di cuoio tedesche. Le porte d’emergenza dell’aereo vengono fatte esplodere e l’intervento entra nel vivo: il gruppo d’assalto si divide immediatamente in due, per occuparsi del fronte e del retro dell’aereo. Due dirottatori vengono uccisi immediatamente, all’inizio del raid. Alle 02:08 due ulteriori squadre dell’esercito fanno saltare l’entrata anteriore e quella posteriore, iniziando a evacuare gli ostaggi per mezzo degli scivoli di emergenza. Il combattimento si svolge principalmente nella cabina di pilotaggio dell’aereo, dove già era stato ucciso il Capitano Mahmoud. Il quarto ed ultimo dirottatore viene abbattuto da diversi colpi di arma da fuoco. Poco dopo l’operazione si conclude con la messa i sicurezza di tutti i passeggeri.

ultimo aggiornamento: 13-10-2019

X