Dopo una lunga attesa arriva lo scudetto della “Stella”. Superato indenne lo scontro diretto con il Perugia, Torino-Milan lancia i rossoneri verso il 10° scudetto.

TORINO-MILAN, IL PRECEDENTE DEL 1979

Nella stagione 1978/79 il Milan allenato da Liedholm parte ai nastri di partenza senza essere accreditati di grandi chance per la conquista dello scudetto, titolo che manca dal 1968 e dal significato profondo, dato che si tratterebbe della “Stella”.

Milan, il sogno della “Stella”

E, invece, gara dopo gara i rossoneri trovano una certa quadratura: difesa molto solida guidata dal giovane Baresi e più soluzioni d’attacco. Manca un grande bomber, è vero, ma Chiodi fa il suo e poi il senso del gol dei vari Bigon e Aldo Maldera in versione attaccante aggiunto alimentano le speranze rossonere. Il Diavolo macina punti su punti e alla fine del girone d’andata arriva il titolo di campione d’inverno con uno score davvero importante: 25 punti con 11 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta. I punti di vantaggio sulla rivelazione Perugia sono tre.

Milan, 1978/79
https://it.wikipedia.org/wiki/Gianni_Rivera#/media/File:Milan_Associazione_Calcio_1978-79.jpg

Vantaggio sul Perugia

A inizio del girone di ritorno, i rossoneri cadono sul campo dell’Avellino. In ogni caso, il Milan piazza tre vittorie consecutive che ristabiliscono le distanze. Alle spalle del Diavolo, dunque, la sorprendente formazione umbra allenata da Castagner. Nel ritorno al “Curi”, finisce in parità e la squadra di Liedholm mantiene il vantaggio in classifica.

14 aprile 1979, Torino-Milan

Il turno successivo si gioca alla vigilia di Pasqua, sabato 14 aprile 1979. Al “Comunale” va in scena Torino-Milan. Queste le formazioni in campo: TORINO: Terraneo, Danova, Vullo, Salvadori, Mozzini, Santin, C. Sala, Pecci, Graziani, Zaccarelli, Iorio.
MILAN: Albertosi, Collovati, Maldera, W. De Vecchi, Morini, Baresi, Antonelli, Bigon, Novellino, Buriani, Chiodi.

https://www.youtube.com/watch?v=oHSWCnxBBkc

Bigon trascina i rossoneri

Il 14 aprile 1979, una settimana dopo lo scontro diretto col Perugia, si gioca Torino-Milan. La formazione di Radice è un osso duro, impegnata nella corsa Uefa. Liedholm propone al solito Chiodi e Antonelli in attacco con Bigon e Novellino mezzali. L’equilibrio si rompe al 41′ con una grande progressione centrale di Bigon che lo porta a battere Terraneo in uscita. Passano pochi minuti e Chiodi non fallisce la possibilità del raddoppio su calcio di rigore, sua specialità. A inizio ripresa, lo scatenato Bigon gira di prima al volo un assist e non lascia ancora scampo al portiere granata. Torino-Milan finisce già al 53′. E i rossoneri mettono un mattone pesante verso la conquista del 10° scudetto, quello della “Stella”. Dedicato a Nereo Rocco, che se n’era andato poche settimane prima…

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
Bigon campionato 1978/79 chiodi Liedholm milan torino Tutto Milan

ultimo aggiornamento: 22-09-2019


Giampaolo a Sky: “Milan da quarto posto? Non lo so”

Serie A, Brozovic-Lukaku: l’Inter batte il Milan e resta a punteggio pieno