Caso Carburanti, assolti Nicola Cosentino e gli altri imputati. La sentenza della Corte di Cassazione conferma quella della Corte d’Appello.

Si conclude con l’assoluzione la vicenda giudiziaria di Nicola Cosentino, ex sottosegretario all’Economia del Pdl.

Caso Carburanti, assolti Nicola Cosentino e gli altri indagati

La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza della Corte di Appello di Napoli che nell’ottobre del 2018 aveva assolto Cosentino, i fratelli Antonio e Giovanni e gli altri imputati nel processo Carburanti.

Il ricorso da parte della Procura

Dopo la sentenza della Corte di Appello di Napoli, la Procura e le parti civili avevano presentato ricorso, respinto dalla Corte di Cassazione.

Le accuse a carico degli imputati

Cosentino e gli altri imputati erano stati accusati a vario titolo di estorsione e illecita concorrenza con aggravante mafiosa. L’ex politico era stato condannato il primo grado a sette anni e sei mesi di carcere.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Il legale di Cosentino, “Contenti che sia stata messa la parola fine a questa vicenda”

Siamo contenti che finalmente sia stata messa la parola fine a questa vicenda lunga e dolorosa. Come sempre ha prevalso la giustizia, nella quale abbiamo sempre creduto, come difensori di una persona che ritenevamo e riteniamo innocente“, ha dichiarato il legale di Cosentino.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca politica caso carburanti

ultimo aggiornamento: 06-06-2019


Conte avverte l’Ue: Niente tagli a Quota 100 e Reddito di Cittadinanza

Governo, una tregua di 15 giorni: la Lega mette alla prova il MoVimento