Milan-Fiorentina, 3-1 del 1996 che sancisce lo scudetto rossonero

Il 28 aprile 1996, a tre giornate dalla fine, i rossoneri vincono lo scudetto. Decisiva Milan-Fiorentina: apre Rui Costa, poi rimonta Savicevic-Baggio-Simone.

Il Milan diretto da Fabio Capello, dopo tre scudetti consecutivi, ha ceduto il passo alla Juventus raggiungendo un’altra finale di Champions, perdendo contro l’Ajax. Così, per la stagione 1995/96 la dirigenza rossonera piazza sul mercato gli acquisti del calibro di Roberto Baggio e George Weah. Il Pallone d’oro 1993 e l’attaccante liberiano aumentano la qualità e la forza d’urto del Diavolo.

Subito in testa

Weah e Baggio sono già decisivi contro Padova e Udinese, per le prime due vittorie in campionato. Poi arriva la vittoria contro la Juventus grazie alle reti di Simone e Weah dopo il ko di Bari. L’undici di Capello prende così il comando della classifica. Ancora una volta il tecnico friulano combina una difesa granitica con una qualità assoluta in avanti.

Dejan Savicevic
Dejan Savicevic (fonte foto Facebook)

Milan-Fiorentina, match scudetto

Il ritmo dei rossoneri non lascia scampo ai bianconeri, peraltro impegnati in Champions League. Il 28 aprile 1996 San Siro è pronto per Milan-Fiorentina, gara che potrebbe consegnare lo scudetto al Diavolo. Queste le formazioni:
MILAN: S. Rossi, Panucci, Maldini, Albertini, Costacurta, Baresi, Donadoni, Desailly, Weah, Savicevic, Baggio.
FIORENTINA: Toldo, Carnasciali, Padalino, Sottil, Amoruso, Piacentini, Cois, Rui Costa, Schwarz, Robbiati, Banchelli.

Tris rossonero e scudetto!

A San Siro ci sono quasi 80mila spettatori.  Il vantaggio è però della formazione di Ranieri dopo meno di un quarto d’ora: Rui Costa vince un rimpallo con Costacurta e batte Rossi da pochi metri. La risposta del Milan è immediata e arriva grazie a un assolo di Savicevic che entra in area e supera il portiere ospite. Al 45′ il Diavolo completa la rimonta: Baggio trasforma un calcio di rigore e San Siro esplode. Nella ripresa, i rossoneri controllano il risultato. Capello fa entrare Simone e Eranio. A un quarto d’ora dal termine proprio Simone chiude il match con un sinistro sotto misura. E lo scudetto torna a Milano…

ultimo aggiornamento: 19-12-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X