Maurizio Zamparini ai domiciliari, la Cassazione conferma la misura

Palermo, revocati gli arresti domiciliari per Maurizio Zamparini

L’ex presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, agli arresti domiciliari per riciclaggio. Il Riesame revoca la misura.

PALERMO – Maurizio Zamparini non resterà ai domiciliari per falso di bilancio e autoriciclaggio. La decisione è stata presa dal Riesame dopo che la Cassazione aveva rigettato il ricorso dell’ex presidente del Palermo. “Questa resterà una storia di vergogna – dichiarava l’indagato ai microfoni dell’ANSA dopo la decisione della Corte Suprema – per una città che così ha corrisposto la passione e l’amore che ho dato assieme ai miei soldi regalati e profusi per i rosanero. Questo è il mio unico pensiero, con molta compassione verso chi mi ha fatto e sta facendo male“.

Maurizio Zamparini
fonte foto https://www.facebook.com/palermocalcioit/

Zamparini ai domiciliari per riciclaggio, le accuse della Procura

Secondo quanto scoperto dagli inquirenti, il Palermo negli ultimi anni avrebbe ottenuto l’ok sui bilanci grazie a delle comunicazioni non vere. Di queste accuse ne dovrebbe rispondere Giammarva mentre l’ex presidente Zamparini è accusato di illecito amministrato derivante autoriciclaggio.

Si sarebbe servito – riporta l‘ANSA – della Mepal S.r.l. per riparare tutte le disponibilità della società dall’Erario che voleva indietro milioni di euro non avuto fino al 2017. L’azienda poi è stata venduta ad un’impresa Alyssa che sarebbe sempre riconducibile all’ex numero uno rosanero. Inoltre la Procura mette in evidenza come il marchio sia stato ceduto ad una cifra nettamente superiore a quella reale. L’obiettivo con questa sopravvalutazione era di ottenere dei soldi in più per consentire di coprire il bilancio in rosso del Palermo.

Accuse che sono state confermate anche dalla Cassazione. Ora la Procura di Palermo potrà emettere la custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Maurizio Zamparini. L’ex numero uno rosanero continua a difendersi da queste accuse e nelle prossime ore sarà ascoltato nuovamente dagli inquirenti. Le indagini non si fermano e a breve ci potrebbero essere novità in tal caso.

Per ora Zamparini dovrà rimanere ai domiciliari in attesa di altri ricorsi che potrebbero essere fatti nelle prossime settimane.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/palermocalcioit/

ultimo aggiornamento: 20-07-2019

X