Arrigo Sacchi: "Giampaolo è un maestro. E Maldini è l'uomo giusto"

Milan, Sacchi esalta Giampaolo: “Un maestro”

L’ex tecnico rossonero, Arrigo Sacchi, ha parlato del sempre più probabile arrivo sulla panchina del Milan dell’allenatore abruzzese.

Milan, Arrigo Sacchi è favorevole all’arrivo di Marco Giampaolo. L’ex allenatore rossonero ha parlato proprio dell’attuale mister della Sampdoria, sempre più vicino alla panchina lasciata vuota da Rino Gattuso: “Giampaolo – ha affermato – è un maestro, fa parte di quegli allenatori che fanno sia da sceneggiatori che da registi”.

Ospite alla “Domenica Sportiva”, in onda sui canali Rai, Sacchi ha poi rilasciato le seguenti dichiarazioni su Paolo Maldini, prossimo responsabile dell’area tecnica milanista: “È l’uomo giusto, assolutamente. È un trait d’union con la tifoseria. L’importante è lasciargli una certa autonomia”.

A proposito di Giampaolo al Milan, secondo quanto riferito Sportmediaset.it, la fumata bianca sarebbe arrivata nel weekend a Rodi Garganico, dove ci sarebbe stato un blitz di Maldini. Il manager rossonero avrebbe raggiunto il tecnico in Puglia per definire l’accordo. I due avrebbero trovato un’intesa e nei prossimi giorni si dovrebbe formalizzare il tutto.

Marco Giampaolo Milan Mario Rui
Fonte foto: https://www.facebook.com/sampdoria

Milan, Marco Giampaolo vicino alla panchina rossonera

Tornando ad Arrigo Sacchi, ecco le sue parole in merito al vecchio Milan: “Cos’è rimasto della lezione del mio Milan? Io spero poco, perché sono passati 30 anni. Oggi giochiamo a dei ritmi alti, quindi spero che ci sia un cambiamento anche se il nostro Paese fa fatica a cambiare”.

“Abbiamo dato una spallata di orgoglio al calcio italiano – ha aggiunto – il riconoscimento Uefa è molto importante. Eravamo convinti che il migliore antidoto per fermare l’avversario fosse il gioco e che giocare bene aiutasse a vincere, una cosa che forse in Italia ancora non è chiara”. Una squadra indimenticabile, immortale, che tante soddisfazioni ha dato ai tifosi rossoneri. La speranza, ovviamente, è che il Milan possa tornare a brillare in Italia e in Europa.

ultimo aggiornamento: 03-06-2019

X