Atletico Madrid-Juventus, la conferenza stampa di Maurizio Sarri e Bonucci

Atletico Madrid-Juventus, Sarri chiude a Dybala: “Niente turnover”

La conferenza stampa di Maurizio Sarri e Leonardo Bonucci alla vigilia di Atletico Madrid-Juventus. Il tecnico: “La Champions non è un’ossessione”

Alla vigilia della sfida di Champions League contro l’Atletico Madrid, Maurizio Sarri e Leonardo Bonucci hanno parlato in conferenza stampa.

Atletico Madrid-Juventus, la conferenza stampa di Maurizio Sarri

“In questo momento la mia sensazione è che la squadra non sia ancora pronta ad una rotazione netta. Vedrò come stanno i ragazzi domani e deciderò chi schierare”, ha dichiarato Sarri chiudendo la porta a Dybala, che dovrebbe partire dalla panchina.

Su Pjanic: “E’ a disposizione, domani vedremo se farlo giocare dall’inizio oppure no. Non ha alcun problema di carattere muscolare, questo quanto emerso dai controlli. Si è allenato con il gruppo regolarmente“.

Sulla vittoria della Champions: “Siamo la Juventus, scendiamo in campo sempre per vincere. Ma oltre a noi ci sono altre squadre attrezzate per vincere. Il calcio italiano, in questo momento storico, è una realtà minore rispetto alle altre“.

Sul battibecco con Conte: “Sinceramente non ho sentito niente. Volevo festeggiare il compleanno di mia moglie in pace. A Conte è stato riferito qualcosa di errato. Io ho fatto un commento rispondendo ad una domanda che riguardava noi, che spiegava il passo indietro fra il match con il Napoli e quello con la Fiorentina. Ho parlato per noi, se lui si è sentito tirato in causa vuol dire che gli stato riferito qualcosa in modo sbagliato“.

Maurizio Sarri conferenza
fonte foto https://twitter.com/juventusfc

Bonucci: “Le idee di Sarri possono farci diventare la squadra più forte d’Europa”

Bonucci ha parlato di de Ligt e dei progressi del talentuoso centrale di difesa:

“De Ligt si sta adattando alla grande al campionato, alla pressione che la Juve mette. E’ giovane, ha cambiato cultura e lingua. Ha bisogno di tempo, ha le basi per diventare uno dei migliori al mondo. I meccanismi del mister hanno bisogno di tante prove, di minuti e partite. Così riusciremo ad assorbire le idee di Sarri che possono farci diventare la squadra più forte d’Europa”.

Sulla partita contro l’Atletico: “Scenderemo in campo per dimostrare la bontà del percorso intrapreso con il mister. Ci aspetta una battaglia, mi dispiace non vedere un amico come Morata e un giocatore fortissimo come Diego Costa, ma loro hanno giocatori in grado di metterci in difficoltà”.

ultimo aggiornamento: 17-09-2019

X