Attentato in Pakistan, almeno sedici morti e decine di feriti

Attentato in Pakistan, esplode un’autobomba nei pressi di un mercato di frutta. Sedici le vittime ma il bilancio potrebbe aggravarsi nel corso delle ore.

È di almeno sedici vittime il bilancio dell’attentato in Pakistan dove una bomba è esplosa in un mercato nella zona sud-occidentale di Quetta. Al momento nessun gruppo ha rivendicato l’attacco ma si ipotizza che sia stato organizzato da estremisti sunniti.

Attentato in Paakistan, autobomba al mercato di frutta

Stando a quanto riferito dal vice-ispettore generale della polizia alla stampa locale, l’esplosione sarebbe stata causata da un’autobomba parcheggiata a pochi metri da un affollatissimo mercato di frutta, gestito da un gruppo appartenente alla minoranza Hazara. Si tratta, come specificato dalle autorità, di un gruppo di fede sciita.

L’intervento dei soccorritori

Immediato l’intervento sul posto da parte dei soccorritori e delle Forze dell’Ordine che hanno messo in sicurezza la zona e hanno prestato un primo soccorso alle persone rimaste ferite, trasportate nel vicino complesso medico di Bolan.

Il bilancio dell’attentato: sedici morti e decine di feriti. Il numero delle vittime potrebbe aumentare nel corso delle ore

Stando al primo bilancio diffuso dalle autorità, sarebbero diverse decine le persone rimaste ferite, alcune anche in maniera grave. Non si esclude purtroppo che il numero delle vittime possa aumentare nel corso delle ore.

La rivendicazione dell’attentato

Nelle ore immediatamente successive alla tragedia nessun gruppo (o individuo) ha rivendicato l’attentato. L’ipotesi degli investigatori è che, come accaduto in occasioni precedenti, a pianificare e mettere in atto l’attentato sia stato uno dei gruppi di estremisti sunniti.

ultimo aggiornamento: 12-04-2019

X