Paura a Mogadiscio, in Somalia, per un gruppo di militari italiani. Il veicolo è stato preso di mira da un kamikaze. I soldati sono rimasti illesi.

MOGADISCIO (SOMALIA) – I militari italiani nel mirino dei terroristi a Mogadiscio, in Somalia. Come riferito dallo Stato Maggiore della Difesa un veicolo vittima di un attentato. Un kamikaze si è lanciato con una macchina contro il mezzo dell’esercito. Si registrano due morti e quattro feriti tra i civili mentre i soldati sono rimasti illesi. Qualche giornale locale parla di quattro bambini deceduti anche se finora non ci sono state conferme ufficiali.

A confermare il bilancio è stato Abdulkadir Adbirahmn, fondatore del servizio del primo soccorso Amin Ambulance, a Repubblica. L’esplosione è avvenuta nella mattinata del 2 ottobre 2018.

Ambulanza
Ambulanza

Mogadiscio, al Shabaab rivendica l’attentato contro il mezzo italiano

L’attentato di Mogadiscio è stato rivendicato dal gruppo terroristico, al Shabaab. Uno dei loro portavoce ai microfoni di Reuters ha confermato di essere i responsabili dell’attentato: “Abbiamo preso di mira – riferisce – le forze europee con una macchina guidata da un suicida. Daremo più dettagli più tardi“.

L’organizzazione – che è affiliata con Al Qaeda – è spesso dietro gli attentati che accadono in Somalia per cercare di porre fine al governo appoggiato dai Paesi occidentali. Il loro obiettivo è quello di arrivare al potere per cercare di dare una rigida interpretazione dell’Islam.

Questa volta nel mirino dei terroristi è finita una macchina europea che portava bandiera italiana. I soldati sono rimasti illesi ma ci sono due vittime e quattro feriti tra i civili. Un bilancio che poteva essere ancora più grave ma per fortuna il suicidio del kamizake non è riuscito a provocare i danni che sperava al Shabaab.

Di seguito il tweet dello Stato Maggiore della Difesa

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
attentato esteri Mogadiscio Somalia

ultimo aggiornamento: 01-10-2018


È morto Charles Aznavour, simbolo della musica francese

Accordo tra le due Coree: al via lo sminamento lungo il confine