Il presidente della Ferrari, John Elkann, ha lanciato il modello Ferrari integralmente elettrico. La dead line della casa di Maranello è il 2025.

TORINO – John Elkann punta al 2025 per la realizzazione e commercializzazione della prima Ferrari completamente elettrica. Il marchio italiano aveva lanciato nel maggio 2019 la prima ibrida plug-in della sua storia, la SF90 Stradale, che ha ricevuto una grande accoglienza dalla clientela internazionale.

Le parole di John Elkann

Il presidente e amministratore delegato della casa di Maranello, durante l’assemblea degli azionisti, ha confermato il lancio di tre nuovi modelli già quest’anno, aggiungendo: “Coerentemente con la nostra forte convinzione nella sostenibilità ambientale, come azienda ci impegniamo a diventare pienamente carbon-neutral, attraverso azioni dirette e indirette entro il decennio. A luglio la Ferrari è stata la prima azienda italiana a ricevere la certificazione della Fondazione Equal Salary, con sede in Svizzera, come riconoscimento per la pari retribuzione di donne e uomini per ruoli e attività equivalenti. Abbiamo anche aumentato il nostro sostegno alla comunità locale attraverso il nostro contributo a una serie di iniziative concentrate principalmente sull’istruzione. Tutto quello che nel vostro immaginario gli ingegneri e i designer di Maranello sono in grado di concepire per un simile punto di riferimento della nostra storia, verrà realizzato“.

John Elkann
John Elkann

La strategia della Ferrari

Il presidente della Ferrari, controllata dalla Exor (storica holding della famiglia Agnelli), ha spiegato che l’azienda sta continuando a mettere in atto la propria strategia di elettrificazione “in modo estremamente rigoroso. La nostra interpretazione e applicazione di queste tecnologie sia nel motorsport sia nelle auto stradali è una grande opportunità per trasmettere l’unicità e la passione del Cavallino Rampante alle nuove generazioni“.


Def approvato in Cdm: nel 2021 Pil a +4,5 per cento. Ok allo scostamento da 40 miliardi

Formula 1, Hamilton: “Voglio lottare con i piloti più forti”