Bollo auto non pagato: quando scatta la radiazione

Bollo auto non pagato: tutto quello che occorre sapere

chiudi

Caricamento Player...

Quali possono essere le conseguenze per l’utente che non paga il bollo d’auto? Ecco secondo la normativa vigente cosa succede per chi non paga la tassa di proprietà del veicolo.

Cosa succede se non pago il bollo?

Le problematiche legate al bollo possono essere alquanto severe con la legge messa in vigore. Infatti, ipotizziamo un bollo non pagato per tre anni consecutivi. Cosa succede? L’ACI può avviare un accertamento e nel momento in cui si scopre che l’utente non ha pagato il bollo auto e d’altro canto non riesce a dimostrare entro 30 giorni dal ricevimento della presente il pagamento effettuato, il veicolo in suo possesso viene cancellato dal PRA, e attraverso l’intervento delle forze dell’ordine, la Direzione Generale della Motorizzazione Civile ritira targa e libretto di circolazione.

Davanti al bollo auto non pagato, le sanzioni che scattano sono piuttosto severe per il proprietario della macchina, il quale deve iscrivere nuovamente al PRA la vettura, ma potrà farlo soltanto nel momento in cui pagherà tutti quanti gli arretrati.

Se il bollo non risulta pagato per tre anni, scatta dunque, la radiazione dal Pra, e il mezzo una volta cancellato, non potrà più circolare su strada. Se lo facesse, il proprietario rischierebbe una multa dai 419,00€ fino ad un massimo di 1.682€, oltre alla confisca del veicolo che non tornerà più in suo possesso.

Bollo auto non pagato: cosa fare?

Il rinnovo del bollo deve essere eseguito entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza del bollo precedente. Si può pagare in diversi punti: alla tabeccheria, online, oppure basta recarsi direttamente presso le Agenzie Pratiche Automobilistiche.

La ricevuta di pagamento deve essere conservata per almeno 5 anni, non è obbligatoria esibirla o tenerne una copia nella propria vettura.

Cosa succede se il bollo non viene pagato in tempo?

Per fortuna in questo caso, esiste il meccanismo di ravvedimento operoso, quindi si può andare incontro a una sanzione inferiore se il pagamento avviene entro i 12 mesi successivi alla data di scadenza del precedente.