Borse 28 aprile 2021. Una giornata ricca di spunti per i mercati. Per Milano una nuova seduta complicata.

MILANO – Borse 28 aprile 2021. Siamo entrati nella fase centrale di una settimana molto importante per i mercati e le multinazionali. A volare è Google nel primo trimestre dell’anno in corso. Alphabet, la holding che fa capo all’azienda americana, ha registrato una crescita del 162% rispetto all’anno scorso, con ricavi in salita del 34% a 55,31 miliardi.

Nella serata di mercoledì, sempre in chiave americana, è arrivata anche la nota della Fed sulla situazione economica statunitense. La Federazione ha lasciato invariati i tassi di interesse e confermato il piano di acquisti da 120 miliardi di dollari al mese. La strada per la ripresa, comunque, dipenderà molto dalle vaccinazioni.

Borse 28 aprile, Milano in rosso

E’ stata una giornata contrastata nel Vecchio Continente in attesa della Fed (comunicazioni arrivate dopo la chiusura dei mercati europei n.d.r.). La maglia rosa di questa sessione è stata Parigi con un guadagno dello 0,53%. Bene anche Londra (+0,25%) e Francoforte (+0,36%), mentre Milano a sorpresa ha lasciato lo 0,06%, confermandosi per il secondo giorno consecutivo.

Andamento incerto anche in Asia. Tokyo ha guadagnato lo 0,21%, bene anche Seul (+0,42%) e Hong Kong (+0,31%), mentre Seul ha perso lo 0,31%. Un trend non certo da essere confermato visto il comunicato della Fed, ma anche questo mercoledì la chiusura è stata in rosso con il Dow Jones e il Nasdaq che hanno lasciato rispettivamente lo 0,48% e lo 0,28%.

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread a 110 punti

Non si ferma, invece, la crescita dello spread. La chiusura è avvenuta a 110 punti base, con il decennale allo 0,84%. Per l’euro è stata una chiusura in attesa della Fed. La moneta europea è passata di mano a 1,2065 dollari. Ma il cambio di passo definitivo potrebbe avvenire nella giornata di giovedì.

Segnali di rialzo per il petrolio dopo la conferma della politica produttiva da parte dell’Opec+. Il Wti, in scadenza a giugno, ha guadagnato l’1,92% a 64,15 dollari. Bene anche il Brent (+1,7%) a 67,5 dollari.


Nasce Itabus, la nuova compagnia privata di lunga percorrenza

Il francobollo dedicato alle professioni sanitarie. Giorgetti: “Un riconoscimento per il lavoro fatto”