Il cestista Bill Russell era una leggenda del basket e dell’NBA: chi era e cosa ci dice la sua lunga carriera da professionista?

Bill Russell si spegne nel 2022 dopo aver illuminato la dinastia Celtics degli anni ’50-’60. Cestista, e successivamente anche allenatore, diventa una leggenda per aver vinto 11 anelli di cui 8 consecutivi nei suoi 13 anni di carriera. È evidente che Russell sia stato considerato il miglior centro difensivo che abbia mai giocato a pallacanestro! Nel 1996 è stato inserito nella lista dei 50 migliori giocatori del cinquantenario della NBA, e al suo decesso deteneva il maggior numero di campionati vinti in una lega nordamericana.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Biografia e carriera di Bill Russell

William Felton Russell, conosciuto più semplicemente come Bill, è nato a Monroe il 12 febbraio 1934 ed è morto a Mercer Island il 31 luglio 2022. Fin dal liceo muove i suoi primi passi nel basket ottenendo risultati vincenti a livello collegiale con due titoli NCAA.

A 22 anni vince anche la medaglia olimpica nel basket nell’anno 1956 attirando l’attenzione di Red Auerbach, allenatore dei Boston Celtics. Trovandosi in una squadra con Bob Cousy e Tom Heinsohn, presto Russell riesce a vincere l’anello (il primo di una lunga serie). Dal 1959 al 1966 Russell riesce a portare i Celtics alla conquista di 8 titoli consecutivi, al fianco di John Havlicek. Bill riesce a scrivere la storia dell’NBA vincendo complessivamente 11 anelli: per questo motivo viene anche soprannominato “Il signore degli anelli”.

Negli ultimi due anni della sua carriera Russel diventa allenatore/giocatore della franchigia di Boston, dopo che Red Auerbach divenne General Manager della squadra. Riuscì a guidare i Celtics alla conquista di altri due titoli, ritirandosi al termine delle finals del ’69. È stato inserito nella Hall of Fame del basket sia come giocatore che come allenatore, e gli è stato riconosciuto il premio MVP delle Finals NBA come miglior giocatore delle finali.

Vita privata

La sua fidanzata del college, Rose Swisher, diventa sua moglie nel 1956 e con lei ha tre figli: Jacob, William Russell Jr e Karen. La coppia però divorzia nel 1973 e quattro anni dopo Bill Russell decide di risposarsi con Dorothy Anstett. Anche il suo secondo matrimonio decade nel 1980, dopo cui vive le sue terze nozze con Marilyn Nault che durano dal 1996 al 2009.

L’8 gennaio 2020 Bill sposa Jeannine, la quale resta al suo fianco fino ai suoi ultimi giorni. Attraverso un tweet, la sua famiglia comunica la sua morte in ospedale accanto alla moglie.

Curiosità

  • È stato il primo afro-americano a vincere l’NBA.
  • Nel 2011 ha ottenuto la Medal of Freedom da parte del presidente Barack Obama.
  • Russell si è mobilitato per il Movimento Americano per i Diritti Civili e per il movimento Black Power.
  • Nel suo libro Russell’s Rules scrive del suo grande amico Wilt Chamberlain.
  • Nel 2011 Russell ha denunciato l’Electronic Arts e l’NCAA per aver usato il suo aspetto nel creare uno dei giocatori della “feature Tournament of Legends”.
  • Il suo patrimonio netto era stimato di $ 10.000.000.
  • Sono ancora aperti i profili social di Bill Russell, sui canali Instagram e Twitter.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-08-2022


Nicola Fratoianni, il segretario di Sinistra Italiana

Claudia Cardinale, la sex symbol degli anni Sessanta