Il particolare video elettorale per presentare la sua candidatura a governatrice del Nevada accende la luce dei riflettori su Michele Fiore.

Sono bastati i pochi secondi del suo spot pubblicato su Twitter per fare di Michele Fiore una delle donne più famose della rete. Stiamo parlando della candidata repubblicana per il Nevada che, in video, si è presentata ai suoi elettori impugnando una pistola e lasciando intendere di non essere una persona particolarmente propensa ad accettare compromessi.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Chi è Michele Fiore

Il nome tradisce le origini italiane della famiglia della donna nata a New York ma cresciuta e diventata famosa a Las Vegas.

La donna è venuta alla ribalta nel mese di ottobre del 2021 per il suo vide-messaggio destinato agli elettori del Nevada, ma negli Usa (e per chi segue con attenzione le vicende politiche statunitensi) Michele Fiore era un personaggio noto da tempo. Forse da quando, nel 2015, per non lasciare particolari dubbi sulla sua posizione sulle armi, inviò ai suoi elettori dei particolarissimi auguri di Natale: nella cartolina natalizia c’era la donna che, come gli altri membri della sua famiglia raffigurati, impugnava una pistola. Non abbiamo avuto la fortuna di vedere il biglietto in questione ma sembra che anche il nipotino di pochi anni avesse l’arma in mano.

Per quanto riguarda la sua carriera politica, al mese di ottobre del 2021 il punto più alto è rappresentato dalla carica di parlamentare dell’assemblea dello Stato del Nevada. E la sua candidatura per la carica di governatrice del Nevada potrebbe rappresentare il punto di svolta.

las vegas nevada
las vegas nevada

Il video della candidata governatrice del Nevada

I video elettorale che ha scatenato le polemiche e ha diviso l’opinione pubblica mostra Michele Fiore che impugna la pistola e spara contro tre bottiglie, come nei migliori western. Le bottiglie in questione hanno etichette che spiegano meglio il messaggio: obbligo vaccinale, teoria della razza e frodi elettorali. Diciamo che il video è incisivo e non lascia dubbi sull’orientamento politico della candidata, grande estimatrice dell’ex Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Ho passato tutta la mia vita a combattere l’establishment […]. Il Washington Post mi ha chiamato ‘una pistolera da calendario’, Politico mi ha soprannominato ‘Lady Trump’. E a me non importa niente. Abbiamo bisogno di outsider, combattenti, non dei soliti politici in blazer blu, noiosi, moderati e pronti al compromesso“, afferma Michele Fiore nel particolare video.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 25-10-2021


Nodo pensioni, due ipotesi per superare lo stallo prima del Cdm sulla Manovra

Mattarella: “Il Paese è in un momento di rilancio e i giovani sono fondamentali”