Chi è Myrta Merlino, la biografia e la vita privata della giornalista italiana e compagna dell’ex calciatore Marco Tardelli.

ROMA – Myrta Merlino è una giornalista italiana. Ora da diversi anni è alla guida del programma L’aria che tira, su La7, trasmissione ideata proprio dalla stessa professionista. Andiamo a ripercorrere la sua e importante carriera in questo mondo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Chi è Myrta Merlino, la biografia della giornalista italiana

Nata a Napoli il 3 maggio 1968, Myrta Merlino ha iniziato la sua carriera giornalistica con Il Mattino, ma subito dopo si è dedicato al mondo della televisione in Rai. Una lunga e importante esperienza a viale Mazzini prima di decidere nel 2009 di accettare la proposta arrivata da La7. Due anni dopo l’idea di dare vita al programma che ancora oggi la vede protagonista come L’aria che Tira.

Una scelta che è stata premiata dal pubblico visti i diversi ascolti registrati in questi anni. Nella sua lunga carriera, inoltre, ha collaborato anche con diversi giornali e molti colleghi.

Il processo per abuso edilizio

Nel 2015 la giornalista è finita al centro di una vicenda giudiziaria per abuso edilizio in riferimento alla ristrutturazione di una villa sull’Argentario senza i permessi necessari. Alla fine, però, il procedimento si è concluso con una sentenza di non procedere, con i reati che sono stati derubricati perché “è sopraggiunta la compatibilità paesaggistica“.

Myrta Merlino
Myrta Merlino

Il compagno e la vita privata di Myrta Merlino

Al suo fianco ormai da diversi anni c’è l’ex calciatore Marco Tardelli. In passato la giornalista è stata legata a Domenico Arcuri, amministratore di Invitalia, e da questa relazione è nata la figlia Caterina. La Merlino ha anche altri due figli: i gemelli Pietro e Giulio, nati da una storia avuta in gioventù. Non si hanno altre particolari informazioni sulla sua vita privata.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 11-12-2021


Chi è Federico Balzaretti

European Film Awards, vince Quo vadis, Aida?