Ubaldo Righetti colpito da infarto mentre giocava a padel. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

ROMA – Ubaldo Righetti colpito da infarto mentre giocava a padel. Come riferito da Leggo, l’ex giocatore della Roma era impegnato in una partita con gli amici quando si è sentito male. Immediata la chiamata ai soccorsi e la decisione di ricoverarlo all’ospedale Sant’Andrea per verificare le sue condizioni.

Massimo riserbo da parte dei familiari e dei medici, ma secondo le ultime indiscrezioni le sue condizioni non sarebbero gravi. Il quadro clinico è monitorato ora dopo ora e nelle prossime ore potrebbero esserci importanti novità.

Chi è Ubaldo Righetti

Nato a Sermoneta il 1° marzo 1963, Ubaldo Righetti è cresciuto nelle giovanili del Latina prima di trasferirsi alla Roma. Sette stagioni trascorso in giallorosso e uno Scudetto conquistato nella stagione 1982-1983. Nel suo palmares anche due Coppa Italia e una finale di Coppa dei Camponi persa contro il Liverpool nel 1984.

Dopo i primi anni di alto livello, le sue prestazioni hanno iniziato a subire un calo e la decisione nel 1987 di lasciare la Capitale per continuare la propria esperienza in altre squadre. Udinese, Lecce, Pescara e Terracina le maglie indossate prima di intraprendere una breve carriera di allenatore. Lasciata anche questa avventura, Righetti è diventato un commentatore molto conosciuto nella Capitale.

Roma
fonte foto https://www.facebook.com/officialasroma

La moglie e la vita privata di Ubaldo Righetti

Della vita privata dell’ex difensore della Roma si sa ben poco. Il commentatore tecnico ha sempre voluto lasciare fuori dalla luce dei riflettori. Le uniche cose che si sanno su di lui è che è sposato ed è lo zio di Elena Santarelli, la moglie di Bernardo Corradi.

Grande apprensione per le sue condizioni di salute dopo l’infarto, ma i medici hanno tranquillizzato i familiari. Un malore avvenuto durante una partita di padel insieme ad alcuni amici.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 03-05-2021


Euro 2020, prima dose di vaccino per i giocatori della Nazionale

Lukaku, festa Scudetto in auto per le strade di Milano: “È il momento di festeggiare con la gente”. E poi punge Ibrahimovic