Come prendere la patente da privatista
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Come prendere la patente da privatista

News Mondo Guide Motori

Vuoi prendere la patente di guida come privatista? Ecco una pratica guida passo passo su come procedere alla richiesta…

Stai pensando di prendere la patente e stai valutando la possibilità di prenderla da privatista? Bene, ecco una veloce guida che ti illustrerà passo passo cosa fare per presentare la tua richiesta riuscendo anche a risparmiare qualcosina a livello economico.

Patente di guida

Patente da privatista: si tratta di un procedimento leggermente diverso da quello classico che consente di risparmiare diverse centinaia di euro. Prima di tutto ricordiamo che per superare l’esame di patente bisognare superare due esami. L’esame pratico consiste in un quiz di 40 domande a cui il candidato dovrà rispondere “vero e falso” prestando attenzione a non superare i quattro errori. Il quiz per la patente generalmente viene svolto presso la motorizzazione sia per il candidato privatista che per il candidato di una scuola guida. Una volta superato il test al candidato verrà consegnato il foglio roso (validità sei mesi) con cui potrà cominciare a farse esercitazioni alla guida per poi procedere all’esame finale di pratica. Importante: per accedere all’esame pratico tutti i candidati dovranno iscriversi ad una scuola di guida essendo obbligatorie per legge 6 ore di guide con un istruttore all’interno di un veicolo con doppi comandi.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

Esame da privatista

Il candidato può prendere la patente da privatista solo per la prima fase, ossia durante l’esame pratico. Si tratta comunque di una buona possibilità di risparmio visto che evitare agenzia e scuola guida permette al candidato di risparmiare all’incirca una cifra tra i 200 e 250 euro. Scopriamo cosa bisogna fare per richiedere l’iscrizione all’esame come privatisti:

  • il candidato deve essere in possesso di un certificato anamnestico che può essere richiesto al proprio medico;
  • una volta in possesso del certificato medico è possibile richiedere una visita specialistica presso la propria ASL. Importante: apporre sul certificato una Fototessera e una marca da bollo del valore di 16 euro;
  • recarsi presso un ufficio postale dove è necessario ricorrere al pagamento di tre bollettini: due del valore di 16 euro sul conto corrente numero 4028 e un versamento da 26,40 euro sul conto corrente 9001;
  • una volta effettuati i versamenti bisogna compilare il modulo TT2112 disponibile presso la sede della propria Motorizzazione oppure online sul sito ufficiale.

Prenotare esame

  • una volta compilato il modulo è possibile recarsi presso uno degli sportelli della Motorizzazione e procedere alla richiesta ricordando di portare con sé: documento di identità, due fotocopie, codice fiscale e due fotocopie, due foto tessere, certificato medico e bollettini pagati;
  • una volta consegnato il tutto generalmente bisognerà attendere una quindicina di giorni per la registrazione delle domanda dopodiché potrete prenotare la data per sostenere l’esame di teoria.

Bene, una volta decisa la data di teoria non dovrete far altro che presentarvi presso la sede della motorizzazione e portare il modulo TT2112 con la carta di identità. In caso di superamento dell’esame vi verrà consegnato il foglio rosa e in seguito dovrete scegliere un’autoscuola dove iscrivervi per esercitarvi alla guida prima di sostenere l’esame pratico.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2017 17:36

Montare telecamera posteriore BMW X1

nl pixel