Compravendita palazzo Enpap, assolto Denis Verdini

L’ex senatore Denis Verdini è stato assolto dall’accusa di finanziamento illecito per la compravendita del palazzo Enpap.

ROMA – Il Tribunale di Roma ha assolto l’ex senatore Denis Verdini dall’accusa di finanziamento illecito nel processo sulla compravendita del palazzo Enpap. L’accusa aveva chiesto due anni ma i giudici non hanno accolto la richiesta dei pm.

L’imputato da sempre si è dichiarato estraneo alla vicenda. Secondo quanto ricostruito dai giudici ma non dall’accusa, il politico non sarebbe stato coinvolto in prima persona in questo acquisto del palazzo di cinque piani in pieno centro a Roma. Per i pm, invece, dopo aver definito l’atto Verdini avrebbe ricevuto circa un milione di euro dall’ex senatore, Riccardo Conti, condannato a tre anni.

atto_ingiuntivo

Compravendita Enpap: assolto Verdini, condannato Riccardo Conti

Se Denis Verdini è stato assolto, l’altro imputato in questa vicenda ha ricevuto una condanna a tre anni per l’accusa di truffa aggravata in concorso a con Angelo Arcicasa, all’epoca presidente dell’Enpap. All’ex senatore di Forza Italia, Riccardo Conti, i giudici hanno confiscato circa 8 milioni di euro e ordinato ai due imputati di risarcire i danni patrimoniali, versando una cifra di 2 milioni di euro.

Un sospiro di sollievo quindi per l’ex senatore Denis Verdini che nelle scorse settimane era stato condannato e indagato per altre vicende. Il politico di Forza Italia da sempre si è dichiarato estraneo da queste accuse e nonostante la certezza dell’accusa. I giudici hanno confermato il suo mancato coinvolgimento nella compravendita del palazzo Enpap a Roma. Tra i condannati anche il presidente dell’associazione che dovrà scontare una pena di oltre 3 anni.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/VerdiniDenis/

ultimo aggiornamento: 12-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X