Confederations Cup, il Portogallo chiude terzo: superato il Messico per 2-1

I lusitani rimontano un gol di svantaggio e trionfano ai supplementari grazie a un penalty trasformato da Adrien Silva.

chiudi

Caricamento Player...

La ‘finalina’ della Confederations Cup tra Portogallo e Messico è andata ai lusitani, vittoriosi per 2-1 ai supplementari. La formazione di Fernando Santos, orfana di Cristiano Ronaldo, ha raggiunto il gradino più basso del podio soffrendo non poco contro la compagine centroamericana, in vantaggio fino a pochi minuti dal novantesimo. A rimettere a posto le cose per i campioni d’Europa ci ha pensato il madridista Pepe, autore della rete che ha allungato il match fino ai decisivi supplementari. Sullo zero a zero da segnalare un errore dagli undici metri del neo milanista André Silva.

Portogallo – Messico 2-1: André Silva fa e disfa

Trascinatore del Portogallo vista l’assenza di Cristiano Ronaldo, il milanista André Silva risulta decisivo per la nazionale lusitana sia in positivo che in negativo. Puntero nel 4-4-2 di Santos, affiancato da Nani, al 16′ l’ex Porto si procura un penalty per fallo netto di Rafa Marquez, ma dagli undici metri calcia male, facendosi respingere la conclusione dal portiere Ochoa. Quarto rigore sbagliato di seguito dal Portogallo dopo i tre della semifinale con il Cile. Incupito dall’errore, André Silva resta in campo fino ai supplementari, senza però riuscire più a incidere. Il vantaggio messicano a inizio ripresa è figlio dell’autorete del difensore Neto, ex Siena, che devia in rete il tocco di Vela. L’insperato pari per i campioni d’Europa arriva solo al 90′, quando Pepe mette dentro la sfera su assist di Quaresma. Ai supplementari un nuovo rigore viene stavolta trasformato da Adrien Silva, che regala il terzo posto alla propria Nazionale.