L’Italia acquisterà 90 caccia F35. Il Governo Conte lo ha ribadito nel recente incontro con il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo. Il M5S ha espresso contrarietà.

ROMA – Gli F35 che ammoderneranno l’aviazione italiana sono in arrivo. La questione è stata trattata dal Governo italiano nel recente incontro tenutosi nella Capitale con il segretario di Stato Mike Pompeo.

L’impegno di Conte

Da Palazzo Chigi arriva dunque l’impegno a rispettare gli accordi presi con gli Stati Uniti sull’acquisto dei 90 F35. Il premier Conte ha messo faccia e parole su una questione che ha sempre creato agitazione nella maggioranza, per la contrarietà del M5S.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Giuseppe Conte
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati/

La commessa degli F35

Come scrive oggi in edicola il Corriere della Sera, il contratto era stato siglato dal Governo Prodi nel 1998: 131 apparecchi. Successivamente (2012), anche a causa dell’alto costo dei caccia e di alcuni problemi di progettazione, l’Italia aveva deciso di ridurre la commessa a 90, trenta nella versione B a decollo corto e atterraggio verticale (15 per la Marina e 15 per l’Aeronautica) e sessanta nella versione A, a decollo e atterraggio convenzionale. Una volta giunti al Governo, gli esponenti pentastellati hanno dovuto fare i conti con le altissime penali da pagare in caso di disdetta…

https://www.youtube.com/watch?v=qnXhH9EsyeA

L’ex ministro Trenta

L’Italia verserà i 389 milioni per gli F35, perché non è un Paese che si fa parlare dietro“, aveva detto la ministra della Difesa Elisabetta Trenta nel marzo scorso. Poche settimane dopo il dossier è stato consegnato al premier Conte e con il cambio di maggioranza M5S-Pd, si è deciso di procedere. Anche perché bisogna sbloccare l’ordine dei tre nuovi “lotti” scongiurando il rischio di pagare le penali. Successivamente, il Consiglio supremo di Difesa, presieduto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, aveva sottolineare “il carattere di continuità, anche finanziaria, che deve necessariamente caratterizzare i programmi di ammodernamento che si sviluppano su orizzonti temporali particolarmente lunghi“.

primo piano

ultimo aggiornamento: 06-10-2019


Lo spettro del Rosatellum spaventa Italia Viva. E Zingaretti deve scegliere

Portogallo alle urne, socialisti avanti