La premier Theresa May è al lavoro per avere il sì della Camera dei Comuni all’accordo con l’UE sulla Brexit. Andiamo a vedere cosa prevede il documento.

LONDRA (INGHILTERRA) – In attesa di capire il futuro del governo conservatore, Theresa May ha reso noto il documento della Brexit. Le norme – se dovesse essere trovato l’accordo con la Camera dei Comuni – entrerebbero in vigore dal 1° gennaio 2021 visto il periodo di transizione marzo 2019-dicembre 2020.

Theresa May
Theresa May

Brexit, dai visti di lavoro all’immigrazione: ecco i dettagli

Tante le modifiche volute da Theresa May con la Brexit. Per quanto riguarda i lavoratori europei non qualificati potranno entrare fino al 2025 senza particolari divieti in Inghilterra ma avranno un contratto annuale lavorativo senza permessi o estensioni. In caso volessero tornare bisognerà aspettare dodici mesi. Per quelli che hanno una laurea il visto dura cinque anni e poi si potrà chiedere la cittadinanza. In questo caso è stato tolto il tetto di migranti qualificati per tutti i cittadini sono stati considerati extracomunitari. Eliminato il reddito di 30 mila euro come presupposto di entrare nel Regno Unito.

Vita dura anche per quanto riguarda gli studenti e i dottorati. I primi potranno stare sei mesi per cercare lavoro mentre per i secondi il limite di tempi è di un anno. Poche variazione per il turismo con le persone che possono girare liberamente per un sei mesi.

Brexit, polemiche tra May e Courbin

In attesa di capire meglio la situazione, resta molto alta la tensione tra Theresa May e Jeremy Courbyn. Il leader del laburisti – che ha presentato una mozione di sfiducia nei confronti della premier – alla Camera dei Comuni si sarebbe rivolta alla leader conservatrice con la frase “stupid woman“. Tante le polemiche che si sono scatenate anche se il portavoce dell’oppositore non ha confermato l’affermazione.

Di seguito il video con il labiale di Jeremy Courbyn

fonte foto copertina https://twitter.com/10DowningStreet

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
brexit esteri Regno unito theresa may

ultimo aggiornamento: 20-12-2018


Brasile, prosegue la caccia a Cesare Battisti. Bolsonaro: forse è all’estero

La Fed alza i tassi di 1/4 di punto e ignora Trump