Crisi di governo, Matteo Salvini pronto a ritirare i ministri della Lega

La prova di forza di Salvini: via i ministri della Lega

Matteo Salvini pronto a ritirare i ministri dalla squadra di governo. Il premier Conte e il Movimento Cinque Stelle alle strette. Guadagnare tempo diventa difficile se non impossibile.

I piani della Lega per arrivare in tempi brevissimi alla crisi di governo non stanno seguendo la tabella di marcia prefissata e per questo motivo Matteo Salvini dovrebbe ritirare i suoi ministri per non lasciare alibi al Movimento Cinque Stelle. Che a quel punto avrebbe decisamente più problemi ad allungare i tempi per gestire la caduta dell’esecutivo.

Crisi di governo, Matteo Salvini pensa di ritirare i ministri

Disposto a sacrificare la sua poltrona da vicepremier e Ministro dell’Interno, Salvini avrebbe deciso di ritirare la sua squadra di governo lasciando di fatto Giuseppe Conte senza la metà dei suoi ministri. E a quel punto il premier, per evitare accuse prevedibili e scontate sull’attaccamento alla poltrona, potrebbe decidere di cambiare la sua strategia.

Ovviamente il sacrificio di Matteo Salvini non sarebbe vano, almeno nei suoi piani. Il leader della Lega vuole arrivare al voto n autunno nella speranza (e con la convinzione al momento) di poter traslocare a Palazzo Chigi. Da presidente del Consiglio.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Il nodo principale resta quello sul voto della mozione di sfiducia a Conte in Senato

Il vicepremier (ormai a tempo determinato) continua a spingere per votare la sfiducia a Conte il 14 agosto, dopo le commemorazioni per il crollo del Ponte Morandi di Genova. Con ogni probabilità la sua richiesta resterà inascoltata e si scontrerà con i freddi numeri della nuova coalizione formata dal Movimento Cinque Stelle e dal Pd, supportato da parte del gruppo misto. E per loro prima del 20 agosto sul premier Conte non si vota.

ultimo aggiornamento: 13-08-2019

X