Venezuela, il Parlamento UE riconosce Guaidò come presidente

Venezuela, il Parlamento UE riconosce Guaidò come presidente

Il Parlamento UE riconosce Juan Guaidò come presidente ad interim del Venezuela. I deputati di Lega e M5s si sono astenuti.

BRUXELLES (BELGIO) – Il Parlamento dell’Unione Europea riconosce Juan Guaidò come presidente ad interim del Venezuela. La decisione è stata presa al termine della votazione che si è svolta nella mattinata di giovedì 31 gennaio 2019. Un via libera che non ha visto protagonista l’Italia. Gli eurodeputati di M5s e Lega hanno deciso di astenersi, confermando in parte la confusione che c’è all’interno della maggioranza giallo-verde sulla questione venezuelana.

Sin dalle scorse settimane i due partiti avevano espresso visioni molto diverse su questa vicenda tanto da confermare il loro allineamento con della decisione presa da parte dell’Unione Europea. Questa posizione è stata confermata anche in Parlamento a Bruxelles con i deputati che hanno preferito non esprimere un voto.

Venezuela
Venezuela (fonte foto https://twitter.com/J_2Tha_J)

La tensione in Venezuela resta alta, Guaidò non accetta la proposta di Maduro

Mentre negli altri Paesi si discute su quale linea tenere sulla vicenda venezuelana, a Caracas e non solo la tensione continua ad essere molto alta. Il presidente Nicolas Maduro si è detto disposto a confrontarsi con l’opposizione per cercare di uscire da questa crisi. Secco il no da parte di Guaidò che è sceso di nuovo in piazza per chiedere delle nuove elezioni.

Ritorno al voto che potrebbe essere previsto nelle prossime settimane. Anche lo stesso Maduro in un’intervista ha condiviso l’idea di ridare la parola al popolo per cercare di abbandonare una fase di stallo che dura ormai da diverse settimane. In attesa di capire come si evolverà la situazione, i Paesi cominciano a prendere una posizione ben precisa.

Il Parlamento dell’Unione Europea si è detto d’accordo con la scelta di Donald Trump di riconoscere Guaidò come presidente ad interim del Venezuela. Dall’altra parte troviamo la Russia che sin dall’inizio ha espresso il suo appoggio a Nicolas Maduro.

fonte foto copertina https://twitter.com/jguaido

ultimo aggiornamento: 31-01-2019

X