Il dl Fisco arriva in Senato per la discussione e la votazione. Dopo l’approvazione il testo passa alla Camera per la seconda lettura e l’approvazione definitiva.

Dopo il via libera delle Commissioni Finanze e Lavoro del Senato, arrivato nella notte tra il 30 novembre e il 1 dicembre, il dl Fisco è arrivato al Senato per la discussione in Aula. Dopo il voto e l’approvazione di Palazzo Madama, il testo passa alla Camera per la seconda lettura che porta al definitivo via libera.

Senato
Senato

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’iter di approvazione del dl Fisco: il testo al Senato

Il testo è arrivato in Aula in Senato nella giornata del 1 dicembre, quando è iniziata la discussione del testo.

Gli emendamenti al testo

Le Commissioni Finanze e Lavoro hanno approvato una serie di emendamenti al testo. È stato approvato, come comunicato da Matteo Salvini, l’emendamento che prevede l’erogazione di un assegno ai genitori separati o divorziati messi in crisi dall’emergenza sanitaria.

Inoltre, come comunicato dal Ministro Orlando, è stato ripristinato l’assegno di invalidità per gli invalidi parziali che lavorano.

Si procede inoltre con la mini proroga per il pagamento della cartelle della rottamazione ter e saldo e stralcio. Approvato anche l’emendamento che esenta la Chiesa dal pagamento della tassa sui rifiuti almeno per quanto riguarda alcune delle principali basiliche e alcuni degli edifici più importanti.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-12-2021


Von der Leyen, “È tempo di discutere sull’obbligo vaccinale”

Bollette luce e gas, a gennaio si rischiano aumenti fino al 50 per cento