Il dl Lavoro è stato approvato in Cdm. Nel provvedimento misure per che riguardano cashback, licenziamenti e Alitalia.

ROMA – Il dl Lavoro è stato approvato in Cdm. Dopo un lungo confronto in maggioranza (anche con alcune tensioni n.d.r.), il premier Draghi è riuscito a trovare un compromesso per arrivare alla fumata bianca. Nelle prossime settimane il provvedimento è atteso in Parlamento per il via libera definitivo.

Cosa prevede il dl Lavoro

Andiamo a vedere nei dettagli cosa prevede il dl Lavoro. Il provvedimento, approvato in Cdm, ha al suo interno diverse misure in favore di imprese e famiglie.

Cashback

Uno degli argomenti più discussi nel Consiglio dei ministri è stato sicuramente il cashback. Dopo le tensioni dei giorni scorsi si è arrivato ad un compromesso: sospensione di sei mesi e via libera nuovamente da gennaio 2022.

Licenziamenti

Nessuna sorpresa, invece, sul fronte licenziamenti. Confermato lo sblocco dal 1° luglio per l’industria manifatturiera ed edilizia. L’eccezione riguarda il tessile e i settori che sono collegati ad esso.

Alitalia e settore aereo

Per Alitalia si è deciso di dare il via libera ad un fondo da 100 milioni di euro per il 2021, con l’obiettivo di garantire l’indennizzo a tutti i voli cancellati per l’emergenza coronavirus.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Alitalia
Alitalia

Stop cartelle esattoriali

Confermata la proroga dello stop delle cartelle esattoriali al 31 giugno. Il decreto, inoltre, dispone lo spostamento del tariffario Tari dal 30 giugno al 31 luglio.

Il comunicato di Palazzo Chigi

Nel comunicato di Palazzo Chigi, inoltre, è precisato che durante il Consiglio dei ministri sono state stanziate risorse importanti per attenuare l’aumento delle tariffe elettriche oltre che approvato il disegno di legge per l’aggiornamento del Codice dei contratti pubblici.

Cdm che ha affrontato anche la questione Pos. E per questo si è deciso di prevedere crediti d’imposta per l’acquisto, il noleggio e l’azzeramento delle commissioni da pagare per le transazioni.

TAG:
governo Draghi

ultimo aggiornamento: 30-06-2021


Dazn acquista i diritti dell’Europa League fino al 2024. E trasmetterà anche il meglio della Conference

Borse 30 giugno, listini in calo. Milano perde l’1 per cento