Donnarumma-Milan, è il giorno decisivo. Clausola di 100 milioni?

Il club rossonero vuole arrivare entro oggi a una definizione della trattativa per il rinnovo di Donnarumma. Nelle ultime ore sembra ci sia stata un’apertura sulla clausola di rescissione.

chiudi

Caricamento Player...

La vicenda riguardante il rinnovo di contratto di Gianluigi Donnarumma sta diventando un vero e proprio tormentone. Da un lato il Milan con un’offerta da 4,5 milioni netti a stagione fino al 2022, dall’altra l’entourage del giocatore diretto da Mino Raiola che prende tempo. In messo, l’attuale contratto che scade nel 2018 con un ingaggio “giovanile”. Il club rossonero ha concesso tempo al giocatore e al suo procuratore ma non intende aspettare oltre. La nuova proprietà cinese vuole fare del classe ’99 la nuova bandiera del Milan e il principale motore del marketing in Oriente. Inoltre, Fassone e Mirabelli vogliono capire se devono iniziare seriamente a guardarsi intorno per cercare un nuovo portiere…

Giorno decisivo?

Salvo slittamenti imprevisti, oggi dovrebbe essere il giorno in cui il Milan e Donnarumma prenderanno la decisione definitiva, in un senso o nell’altro. Raiola è infatti atteso a Casa Milan, ai piani alti di via Aldo Rossi. Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, se l’agente italo-olandese dovesse prendere ancora tempo, i dirigenti rossoneri faranno presente a Raiola che il Milan non ha più tempo e che inizieranno a trovare un nuovo portiere.

Ipotesi clausola di rescissione

Nelle ultime ore si è fatta largo l’indiscrezione secondo cui il Milan abbia aperto all’inserimento di una clausola di rescissione. La cifra, però, non sarebbe inferiore ai 100 milioni, in modo da garantire il club rossonero. La volontà di Fassone e Mirabelli è tutt’altra che cedere Donnarumma ma l’ipotesi non è affatto da scartare. Soprattutto con alle spalle un agente come Raiola, molto abile nello spostamento dei propri assistiti da un club a un altro, con importanti commissioni in suo favore e ingaggi crescenti per i calciatori.