Nato in Sicilia il 24 giugno 1931, Emilio Fede è stato uno dei volti più noti dell’informazione italiana. Dopo la lunga esperienza in Rai – direttore del Tg1 – è passo a Mediaset.

Emilio Fede è nato a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, il 24 giugno 1931 ed è stato un noto giornalista, che ha lavorato in RAI e in Mediaset, diventando un personaggio pubblico.

Chi è Emilio Fede, noto giornalista

Inizia giovanissimo la carriera giornalistica come cronista a Roma, dove si trasferisce ventenne. Si trasferisce in seguito a Torino a lavorare per la “Gazzetta del Popolo” per la quale, dopo un po’ di tempo, diventa inviato speciale. Nel 1954 entra in Rai. Per otto anni è corrispondente dall’Africa. Poi si dedica alle inchieste per il settimanale Tv7.

Direttore del Tg1

Nel 1976 inizia la conduzione del Tg1 e rimarrà direttore fino al 1983. Sarà lui a annunciare la Strage di via Fani con il sequestro di Aldo Moro e il terremoto dell’Irpinia. E nel 1981 decide di di documentare in diretta per intero, lo straziante tentativo di salvataggio di Alfredino Rampi, caduto nel pozzo e tragicamente deceduto a Vermicino.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

https://www.youtube.com/watch?v=yPF_AEG8kMY

Alla guida del Tg4

Si dimette dalla Rai nel 1987 e due anni più tardi approda alla Fininvest di Silvio Berlusconi. E’ ideatore e direttore di Studio Aperto: è il primo giornalista ad annunciare l’attacco americano su Baghdad e la cattura di Bellini e Cocciolone, due piloti italiani. Nel 1992 diventa direttore del Tg4. Storici i collegamenti con l’inviato Paolo Brosio negli anni di Tangentopoli. Lascia Mediaset nel 2012.


Chi è Alessandro Zan

24 giugno 1985, Francesco Cossiga eletto presidente della Repubblica