Europa League: Lipsia-Napoli 0-2, Lazio-Steaua 5-1

La sintesi e il commento di Lipsia-Napoli e Lazio-Steaua. Gli azzurri sfiorano l’impresa, i biancocelesti agguantano gli ottavi.

Non è bastato un super Napoli per ottenere la “miracolosa” qualificazione agli ottavi. Qualificazione ottenuta invece dalla Lazio d’Inzaghi, guarita ufficialmente dalla propria letargia invernale. Questa la sintesi dei due match dei sedicesimi delle italiane in Europa League. Lipsia-Napoli sancisce l’addio degli azzurri alle coppe europee per questa stagione. Un addio reso forse amaro da un risultato che, con un po’ d’attenzione nel finale della gara d’andata, sarebbe potuto bastare per passare il turno. Così non è, e forse a Napoli non tutti saranno scontenti. Le tredici restanti partite stagionali per i partenopei sono infatti tredici finali per la storia. Almeno in Italia…

Lipsia-Napoli

Gara intensa ed emozionante all’Arena Red Bull di Lipsia. I padroni di casa, pur con qualche sprazzo di gioco, approcciano alla gara con animo timoroso, forse intimiditi dalla verve agonistica di un Napoli differente, fin dal principio, rispetto a quello del San Paolo. Forse per il turn over molto limitato, forse per una preparazione più attenta in settimana, stavolta la squadra di Sarri macina gioco e trova il vantaggio già nel primo tempo con Zielinski, abile nel tap in dopo una conclusione di Insigne. Nella ripresa più volte sfiora il raddoppio il team azzurro, ma solo nel finale riesce a trovare la rete che riapre i giochi: assist del neoentrato Callejon per Insigne, che beffa il proprio marcatore e il portiere del Lipsia. Il solo recupero non basta però alla Sarri band per acciuffare il miracoloso 3-0. Finisce così con una vittoria di Pirro e una serie di rimpianti che, forse, saranno cancellati il prossimo maggio.

Lazio-Steaua

Aveva da rimediare a una sconfitta anche la Lazio d’Inzaghi, che a Bucarest aveva perso, in maniera sfortunosa, per 1-0. A dir la verità già in tale gara la differenza tecnica tra le due squadre s’era notata. Differenza concretizzata oggi in un rotondo pokerissimo: nel primo tempo sono Immobile con una doppietta e Bastos a chiudere il discorso qualificazione; nella ripresa Felipe Anderson e ancora Immobile portano la gara sul 5-0. Inutile la rete nel finale dell’eroe dell’andata Gnohere. I biancocelesti proseguiranno dunque la propria avventura in Europa League, con buone chance anche per ambire a un clamoroso trionfo finale.

ultimo aggiornamento: 22-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X