Ufficiale il fallimento della Melegatti, l’azienda produttrice di pandori che dal 1894 aveva ‘addolcito’ il nostro Natale.

VERONA – È ufficiale il fallimento delle Melegatti. Finisce nel Tribunale di Verona la storia di uno dei marchi simbolo del Natale italiano, quella Melegatti che dal lontano 1984 aveva cambiato le nostre tradizioni culinarie aprendo il dibattito senza fine tra gli amanti del panettone e quelli del pandoro, lanciato sul mercato proprio da Domenico Melegatti.

Melegatti

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Fallimento della Melegatti: impossibile sanare il debito

La produzione, ferma dallo scorso gennaio, è arrivata al termine alla luce dei cinquanta milioni di euro di debito contratti dall’azienda. Vano il tentativo del fondo americano D.E. Shaw & C. che aveva presentato un piano di salvataggio che prevedeva l’investimento di venti milioni di euro per il rilancio della società.

Il Tribunale di Verona ha però emesso il suo verdetto alla luce dell’impossibilità dell’azienda di risanare il debito.

Sulla questione è intervenuto il governatore del Veneto Luca Zaia, fiducioso di poter salvaguardare uno dei marchi storici italiani: “Attendiamo il commissario per un primo confronto, che dovrà servire a garantire gli obiettivi irrinunciabili: mantenere l’attività produttiva e quindi i mercati di riferimento, salvaguardare l’occupazione, mantenere in vita un marchio storico e una azienda simbolo del Veneto“.

La notizia del fallimento è stata accolta con amarezza dalle centinaia di dipendenti che negli ultimi mesi si erano impegnati attivamente per salvaguardare quello che è da tutti considerato come un patrimonio italiano sia per quanto riguarda l’economia che per quanto riguarda la tradizione italiana.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 30-05-2018


Si è spento Alberto Mieli, uno dei sopravvissuti alla Shoah

Morte Andrea Soldi, quattro condanne per omicidio colposo