Fattura elettronica, inizio in salita: esercizi commerciali chiusi per protesta

Fattura elettronica, disservizi e problemi nei primi giorni del servizio. Dall’Agenzia delle Entrate: “Per il 97% dei documenti inviati è stata già resa disponibile la ricevuta dell’invio”.

Non è iniziata nel migliore dei modi l’avventura della fattura elettronica (che cos’è e come funziona) che ha creato caos e malumori nel mondo dei commercianti (ma non solo). In meno di una settimana sono tanti i casi di commercianti che sono arrivati a chiudere i propri esercizi in segno di protesta contro il nuovo strumento.

Fattura elettronica, problemi dal primo giorno

I primi disagi si sono registrati già il 2 gennaio, primo giorno utile per mettersi alla prova con la fatturazione elettronica. Molti hanno fatto sapere di aver trovato il sistema bloccato e non hanno potuto lavorare.

La situazione non è migliorata nei giorni a seguire, quando diverse ricevute non sono state consegnate e diversi professionisti non hanno saputo se la fattura sia in effetti stata emessa o meno. Qualcuno ha fatto sapere che il sistema dell’Agenzia delle entrate ha commesso errori anche nell’assegnazione della partita Iva.

Fattura elettronica
Fonte foto: https://pixabay.com/it/calcolatore-calcolo-assicurazione-385506/

Commercianti e liberi professionisti in protesta. Dall’Agenzia delle Entrate: “Per il 97% dei documenti inviati è stata già resa disponibile la ricevuta dell’invio “

Se gli addetti ai lavori fanno sapere che si tratta di problemi normali in fase di rodaggio e ostacoli facilmente superabili, i commercianti e i liberi professionisti hanno manifestato il proprio dissenso anche chiudendo i negozi in segno di protesta.

A partire dal primo gennaio 2019, sul sistema di interscambio sono già transitate, a livello nazionale, quasi un milione e mezzo di fatture elettroniche senza che il partner tecnologico Sogei abbia rilevato alcun problema tecnico o rallentamenti. Per il 97% dei documenti inviati è stata già resa disponibile la ricevuta dell’invio prima degli ordinari 5 giorni previsti dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate” fanno sapere dall’Agenzia delle Entrate minimizzando i problemi registrati nei primi giorni.

ultimo aggiornamento: 06-01-2019

X