Lukaku, festa di compleanno in albergo: arrivano i carabinieri, più di venti persone sanzionate per violazione delle norme anti-Covid.

Sono più di venti le persone denunciate per violazione delle norme anti-Covid in occasione della festa di compleanno di Lukaku, l’attaccante dell’Inter fresco campione di Italia.

La festa di compleanno di Lukaku

La festa per il compleanno di Lukaku è stata organizzata presso l’hotel the Square Milano Duomo, situato in via Federico Albricci. Presenti quattro giocatori dell’Inter: Lukaku, Hakimi, Perisic e Young. Sono state identificate più di venti persone, che saranno sanzionate per violazione delle norme anti-Covid.

ROMELU LUKAKU
ROMELU LUKAKU

L’intervento dei carabinieri

I carabinieri, stando a quanto appreso, sono intervenuti in seguito ad una segnalazione. I presenti saranno sanzionati per la violazione delle norme anti-Covid. Infatti non hanno rispettato il divieto di circolazione che scatta dalle ore 22.00, il cosiddetto coprifuoco.

Carabinieri
Carabinieri

La posizione della società

Resta ora da capire come si muoverà la società. La Juventus, di fronte ad un episodio simile, decise di escludere i giocatori interessati per una partita. È vero che l’Inter non ha nulla da chiedere a questa stagione. Ha vinto il campionato con quattro giornate di anticipo e gioca solo per onorare il campionato. È vero anche che Antonio Conte è uno che non molla mai, vuole tenere alto il livello della concentrazione fino al fischio finale dell’ultima partita della stagione. Ed è vero anche che i nerazzurri nella prossima giornata di campionato affronteranno la Juventus, in lotta per un posto in Champions League e ad un passo dall’esclusione dall’Europa che conta. E la sensazione è che a Conte non dispiacerebbe dare la spallata finale ai bianconeri, costringendoli all’Europa League…

TAG:
calcio news Inter

ultimo aggiornamento: 13-05-2021


Da TikTok nuove misure per tenere i più giovani fuori dalla piattaforma

“Porta rispetto e non fare il fenomeno”: la lite tra Conte e Lautaro Martinez. Poi il finto incontro di boxe